MIGRAZIONI FORZATE E VIOLENZA DI GENERE

Nell'ambito della 5.a edizione del Festival delle rete "Specialmente in biblioteca" che ha per titolo "LA VIOLENZA SULLE DONNE CI RIGUARDA: riflessioni e parole" le biblioteche del Centro Studi Amilcar Cabral e del Centro RiESco del Comune di Bologna promuovono l'incontro "Migrazioni forzate e violenza di genere", con  la partecipazione di:
Barbara Pinelli (docente di Antropologia dei processi migratori presso l’Università Roma3)
Chiara Marchetti (Ciac Onlus - Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione internazionale)
Consuelo Bianchelli (Casa delle donne per non subire violenza ONLUS di Bologna)
Silvia Lolli (Progetto Oltre la Strada del Comune di Bologna).

Quale ruolo ha la dimensione di genere nell'osservazione dei fenomeni e delle dinamiche della violenza nelle migrazioni forzate? Quali le sfide che la dimensione di genere e l'esposizione ai sistemi di controllo, sfruttamento e violenza, pongono al sistema di accoglienza e più in generale a quello dei servizi?
L'iniziativa propone una duplice narrazione, che alla lettura antropologica accompagna testimonianze di esperte dei servizi di accoglienza, nonché di progetti tesi al contrasto ai fenomeni della tratta e dello sfruttamento, nel tentativo di offrire punti di vista specialistici e di rappresentare la complessità che portano con sé le storie di donne migranti.

Appuntamento: martedì 23 novembre 2021, h. 17.00 presso il Centro Amilcar Cabral (via San Mamolo, 24 - Bologna)

Partecipazione gratuita. Per iscriversi (max 25 partecipanti): https://www.eventbrite.it/e/registrazione-migrazioni-forzate-e-violenza-di-genere-193520995507


A seguito del decreto legge 105/2021, dal 6 agosto per partecipare agli eventi promossi dal Centro Amilcar Cabral occorre presentare la Certificazione verde COVID 19 - Green Pass (non richiesta ai bambini di età inferiore ai 12 anni) o esenzione.

 

Ultimo aggiornamento: lunedì 22 novembre 2021