• registrati
    Registrazione

    La parola chiave dovrebbe essere da 6 a 8 caratteri. I campi contraddistinti da * sono obbligatori.

Educalè

Contribuire alla costruzione di una cultura diffusa della legalità e di una conoscenza approfondita dei fenomeni mafiosi, partendo dalle scuole e dai centri di aggregazione giovanile, in un'ottica preventiva dei comportamenti rischiosi.
Con questo obiettivo continua, anche in questo anno scolastico così speciale, il percorso Educalè, nell’ambito del più ampio progetto “Narrare le mafie. Sguardi sul contemporaneo tra azioni di contrasto e valorizzazione della cultura della legalità”.

Educalè si rivolge agli studenti di età compresa tra i 10 e i 19 anni, frequentanti le scuole, i centri di formazione professionale e i centri di aggregazione giovanili di Bologna, e prevede 3 ambiti di sviluppo:
> DALL'IO AL NOI, TRA DIRITTI, DOVERI E MEMORIA: conoscenza e approfondimento della Costituzione come strumento primario di rispetto delle regole della convivenza democratica e del principio di legalità, capace di coniugare diritti e doveri del cittadino per una migliore comprensione delle leggi che regolano il nostro Stato di diritto; focus sulla convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Approfondimento sul tema delle vittime innocenti delle mafie, per  far conoscere sia figure che con coraggio e determinazione non si sono piegate alle logiche mafiose, pagando con la vita il proprio impegno, sia i protagonisti di oggi che sul proprio territorio resistono e combattono quotidianamente le mafie;
> MAFIE IN MUTAZIONE: DAL LOCALE AL GLOBALE: conoscenza delle mafie italiane e straniere, con particolare attenzione al mutamento, all'espansione internazionale ed alla connessione col fenomeno corruttivo a danno del tessuto economico e sociale;
> SE I MAFIOSI FANNO IMPRESA: REGOLE E DANNI DELL'ECONOMIA CRIMINALE: ruolo della criminalità mafiosa nella gestione del narcotraffico, del gioco d'azzardo, dello sfruttamento della prostituzione e della tratta di esseri umani; focus sul riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata come buona prassi di riscatto sociale.

È stato sottoscritto l'accordo tra il Comune di Bologna e la Regione-Emilia-Romagna ed è stato pubblicato il bando per individuare i partner per realizzare le attività del progetto.

Venerdì 16 ottobre, dalle ore 13 alle ore 14, è stato organizzato un incontro on line di presentazione del bando; le associazioni interessate a partecipare devono inviare una mail, entro le ore 14 di giovedì 15 ottobre, specificando il nome dell'Associazione, il nome e l'indirizzo mail della persona che parteciperà all'incointro

 

>> Il progetto Educalè 2020 è cofinanziato con i fondi della Legge Regionale 18/2016 "Testo unico per la promozione della legalità e per la valorizzazione della cittadinanza e dell'economia responsabili"

Con il contributo di Zoom-in
  • Con il contributo di
Legalità è Bologna Zoom-in
  • Legalità è Bologna