DICO: è possibile inviarle in via telematica?

Le dichiarazioni di conformità degli impianti (DICO) possono anche essere trasmesse in modo telematico (e gratuito), attraverso una piattaforma realizzata ad hoc da Camera di Commercio; trattasi di un form con campi da compilare ed allegati da inviare, il tutto firmato con firma digitale da parte delle imprese installatrici di impianti, registrate presso la Camera di Commercio.

Nell’ottica di una semplificazione dell’adempimento dell’impiantista, si prevede un unico invio telematico delle dichiarazioni di conformità alla Camera di Commercio da parte dell’utente abilitato, senza l’inoltro di alcun supporto cartaceo, sottoscrivendo le dichiarazioni con firma digitale. E’ poi Camera di Commercio a farsi carico di trasmettere al Comune di Bologna, dopo le verifiche di competenza e per tramite di una casella di posta elettronica certificata (PEC), le dichiarazioni pervenute; Sportello Unico per l’Edilizia invierà una mail al depositante contenente il numero di PG (Protocollo Generale) assegnato alla DICO stessa.

Si rammenta che esclusivamente le DICO trasmesse per mezzo di questa piattaforma telematica sono in forma completamente gratuita (non sottostanno all’obbligo di pagamento dei diritti di segreteria dovuti per le DICO cartacee), anche al fine di incentivarne l’utilizzo in un’ottica di promozione della dematerializzazione delle procedure amministrative.

Consulta la scheda informativa dedicata al servizio di invio telematico unico delle dichiarazioni di conformità degli impianti,  contenente i riferimenti telefonici, i contatti e-mail, siti internet e manuali di istruzione.

Riferimenti di legge: DM 37/2008 e Legge 46/90

Parole chiave: > > >

Comments are closed.