Come chiedere una nuova area di sosta per persone disabili

Le aree di sosta riservate a veicoli al servizio di persone disabili possono essere realizzate, oltre che su iniziativa del Settore Mobilità, anche a seguito di segnalazione di cittadini residenti a Bologna, titolari di contrassegno H, utilizzando l'apposito modulo.

La Giunta comunale il 15 gennaio 2013 con delibera registrata al P.G. n. 298747/2012, ha approvato nuove disposizioni operative per il rilascio e l’utilizzo dei contrassegni per il parcheggio per persone disabili che contengono importanti novità, tra cui le modifiche ai criteri per la realizzazione di nuove  aree di sosta per persone disabili.

Per poter prendere in esame le segnalazioni devono essere in ogni caso soddisfatti i seguenti tre criteri:

a.    che non sia stata realizzata precedentemente un’area di sosta su segnalazione dello stesso titolare;
b.    che egli non sia in possesso di un'autorimessa privata o condominiale;
c.    che non esista un’area di sosta in un raggio utile di 50 metri.

Nelle zone all’interno del piano sosta in cui è stato superato lo standard del 2% (Centro storico, zona A, zona B,  zona E, zona F e zona di frangia C) di regola non si istituiscono altre nuove aree di sosta per persone disabili. Si valutano eccezionalmente i casi in cui, fermi restando i tre criteri sopra elencati, siano compresenti altresì  le seguenti condizioni:

a.    il titolare del contrassegno ha la patente di guida speciale in corso di validità;
b.    il titolare del contrassegno è in possesso di veicolo adattato per l'handicap.

Nelle altre zone del piano sosta in cui lo standard non è stato ancora raggiunto, si può valutare l’istituzione di altre nuove aree di sosta per persone disabili.
Nelle zone non comprese nel piano sosta, si può valutare l’istituzione di nuove aree di sosta.

Nel caso in cui sia esistente un’area di sosta nel raggio utile di 50 mt, ma questa risulti motivatamente impraticabile per il segnalante, e il segnalante stesso sia in possesso di patente di guida speciale in corso di validità e di veicolo adattato per l'handicap, si verifica, nell'ordine la possibilità:

a. di riposizionare in altro luogo più consono quella esistente, qualora non sia più utilizzata dal segnalante originario ovvero quest’ultimo non sia più individuabile;

b. di istituirne una nuova.

Le aree di sosta sono contraddistinte da segnaletica orizzontale di colore giallo e dal simbolo della carrozzina.

L'uso di queste aree di sosta non è personale, pertanto possono essere utilizzate, indipendentemente da chi ne ha fatto richiesta, da tutti i veicoli al servizio di persone disabili che espongono lo specifico contrassegno.

In tutte le zone “a strisce blu” la sosta è totalmente gratuita per i titolari di contrassegno "H".

Comunicazione all'interessato


In caso di accoglimento della richiesta, viene emessa apposita ordinanza e in considerazione delle risorse economiche disponibili verrà realizzata la nuova area di sosta.
In caso contrario, l'interessato viene avvisato per iscritto con una lettera contenente le motivazioni del diniego.

Documentazione necessaria

Segnalazione scritta in carta semplice, redatta come da modulo allegato.
Sul questionario sono espressamente richieste le principali informazioni necessarie ad una corretta istruttoria della pratica. Ovviamente potranno essere allegate, a discrezione del richiedente, ulteriori note e documentazioni ritenute utili per una migliore comprensione e valutazione della richiesta.

La comunicazione può essere inviata per posta, via fax oppure consegnata a mano allo Sportello Mobilità urbana.

Dove rivolgersi


  • + Sportello Mobilità Urbana
    Indirizzo: piazza Liber Paradisus 10, Bologna
    Orari:

    martedì e giovedì dalle 8.30 alle 14 e dalle 14.30 alle 17 - venerdì dalle 8.30 alle 13 - lunedì e mercoledì chiuso.
    Natale 2018: chiuso dal 2 al 4 gennaio 2019 compresi.

    Tel. 051 2193042

    Fax 051 7095071 (da non utilizzare per occupazioni di suolo pubblico e segnalazioni)


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

D. Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 (art. 188) - Nuovo Codice della Strada

D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992 - Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada

D.P.R. n. 503 del 24 luglio 1996 - Regolamento recante norme per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici

Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU)

allegato_disposizioni_operative_h__pg_29874712_1_1_3.pdf

Ultimo aggiornamento: lunedì 21 maggio 2018