Contrassegni temporanei accesso al centro storico veicoli fino a 80 q.li carico e scarico materiali


Possono essere rilasciati contrassegni per periodi temporanei (da 5 a 180 giorni)  di tipologia monotarga (a cui è collegata una sola targa) per le operazioni di carico e scarico materiali nell'ambito di:

  • cantieri (compresi direttori e responsabili della sicurezza)
  • attività di trasloco
  • iniziative di carattere temporaneo per le quali si possiede già una autorizzazione per occupazione di suolo pubblico (OSP)

Il contrassegno è soggetto al pagamento di una tariffa, proporzionata alla durata, così come sotto indicato:


ZONA DI ACCESSO CONSENTITA MONOTARGA
da 5 a 30 giorni ZTL 56

ZTL+U 56

ZTL+T 111

ZTL+T+U 111
da 31 A 90 giorni
ZTL
84

ZTL+U
84

ZTL+T
167

ZTL+U+T
167
da 91 a 180 giorni
ZTL
125

ZTL+U
125

ZTL+T
251

ZTL+U+T
251


Sono da considerarsi assoggettati a tariffa anche i soggetti che non svolgono attività operative di natura commerciale. Es. veicoli al servizio di manifestazioni politiche, culturali, sportive, ricreative o volontariato preventivamente autorizzate e che si svolgono nelle zone suindicate, fatta salva specifica esenzione decisa con atto di Giunta.

Validità
La validità del contrassegno temporaneo è subordinata al versamento della tariffa corrispondente, che deve essere corrisposta al momento del rilascio del contrassegno.
Non è consentita la proroga del contrassegno: le aziende dovranno nuovamente presentare richiesta di rilascio, corredata di tutta la documentazione necessaria e soggetta al pagamento della tariffa corrispondente.

Circolazione e sosta dei veicoli con contrassegno temporaneo
Il contrassegno temporaneo dà diritto all'accesso nelle zone indicate sullo stesso ed alla sosta, ove consentito e secondo la normativa vigente (sosta a tariffazione).

Variazioni al contrassegno
Non sono ammesse variazioni di zona sul contrassegno già rilasciato. In caso il titolare rinunci al proprio contrassegno non ha diritto a nessun rimborso, anche parziale. Ugualmente non vi è alcun diritto al rimborso in caso di cessazione d'ufficio da parte dell'Amministrazione Comunale per sopravvenuta mancanza dei requisiti previsti dalla normativa per tempo vigente.   
In caso di  variazione di targa a parità di scadenza e  tipologia di contrassegno non è dovuto nuovamente il pagamento della tariffa.

Documentazione necessaria

Domanda in bollo e documentazione che dimostri la presenza dei prescritti requisiti come da modulistica allegata nella sezione documenti.

Informazioni aggiuntive
Le richieste di contrassegni sono presentate sugli appositi moduli. In tale ambito, così come previsto dal DPR 445/2000, l’interessato può dichiarare nel proprio interesse stati, fatti e qualità personali nei rapporti con la P.A. e con i gestori di pubblici servizi. Nel caso vengano riscontrate dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi sono puniti ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia (art. 76 DPR 445/2000). Il dichiarante inoltre decade dai benefici eventualmente conseguiti grazie a provvedimenti basati su dichiarazioni non veritiere. Chi non intende avvalersi della facoltà sopra indicata è tenuto a produrre copia dei documenti necessari,  poiché l’Amministrazione comunale non intende farsi carico di eventuali errori di trascrizione delle targhe di veicoli collegati a contrassegni, che inducono i sistemi di telecontrollo degli accessi al sanzionamento automatico.

Dove rivolgersi

Sportello contrassegni Tper

Competenze

Ultimo aggiornamento: lunedì 26 settembre 2016