Piano Urbano della Mobilità Sostenibile metropolitano Bologna - PUMS

Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile metropolitano Bologna (PUMS) è uno strumento di pianificazione di nuova concezione introdotto per la prima volta nel 2009 dalla UE. Nel 2014 la Commissione Europea ha pubblicato le Linee Guida che tracciano analiticamente le caratteristiche, i criteri, le modalità,e le fasi del processo di formazione e approvazione del PUMS.
Successivamente la Regione Emilia Romagna, anticipando quanto previsto dal D.M. 04/08/2017 avente per oggetto "Individuazione delle linee guida per i piani urbani di mobilità sostenibile, ai sensi dell'articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 16 dicembre 2016, n.257", ha promosso l’elaborazione del PUMS attraverso la concessione di un contributo economico alla Città Metropolitana di Bologna.
Dopo l'approvazione delle Linee di Indirizzo del PUMS avvenuta nel 2016 entra ora nel vivo la costruzione del Piano che ridisegnerà il futuro della mobilità di Bologna metropolitana e che conterrà anche il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano (PTGU) del Comune di Bologna e il Piano Urbano della Logistica Sostenibile (PULS) .

Obiettivi prioritari del PUMS sono il risanamento e la tutela della qualità dell'aria, tenuto conto delle importanti implicazioni sulla salute dei cittadini e sull'ambiente, nonché l'aumento della sicurezza stradale, da perseguire attraverso la riduzione almeno del 50% dei morti e feriti per incidenti stradali. Gli scenari di progetto e le relative valutazioni attualmente sono in corso di definizione e faranno parte dei documenti che si stanno redigendo e che costituiranno il documento preliminare del PUMS, che sarà adottato nella prossima estate.

Percorso ed obiettivi del PUMS

Competenze

Ultimo aggiornamento: giovedì 19 aprile 2018