Piano Generale del Traffico Urbano - Nuovo PGTU adottato


La Regione Emilia Romagna, anticipando quanto previsto dal D.M. 04/08/2017 avente per oggetto "Individuazione delle linee guida per i piani urbani di mobilità sostenibile, ai sensi dell'articolo 3, comma 7, del decreto legislativo 16 dicembre 2016, n.257", ha promosso l’elaborazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile metropolitano Bologna (PUMS) attraverso la concessione di un contributo economico alla Città Metropolitana di Bologna.
Il PUMS, a seguito dell’approvazione delle Linee di Indirizzo avvenuta nel 2016, il 27 novembre 2018 è stato adottato dopo una riunione delle Giunte del Comune di Bologna e della Città Metropolitana.
Il PUMS definisce i progetti strategici della mobilità di Bologna metropolitana dei prossimi anni, frutto anche di un processo di partecipazione con cittadini, Comuni, Quartieri, Unioni di Comuni e stakeholder.
Il 27 novembre 2018 la Giunta Comunale ha quindi adottato il nuovo PGTU, che ne è lo strumento attuativo nel breve/medio periodo per il Comune di Bologna.

Nel periodo dal 09/01/2019 al 11/03/2019 è stato possibile presentare le osservazioni: scaduti i termini di deposito si sta procedendo alla verifica di tali osservazioni e degli esiti della consultazione dei Quartieri, provvedendo a redigere un documento di controdeduzioni.
L'Autorità competente in materia ambientale (Regione Emilia Romagna) procederà quindi alla fase di valutazione ambientale del PUMS, in cui è prevista la convocazione di una seconda Conferenza dei servizi per la consultazione e decisione, finalizzata all'emanazione del Parere Motivato di VAS sul PUMS (art. 15 D.Lgs 152/06), valido anche per il PGTU.
La procedura si concluderà quindi con l'approvazione in via definitiva del PUMS da parte del Consiglio Metropolitano (completo di VAS) e del PGTU da parte del Consiglio Comunale di Bologna.

Competenze

Ultimo aggiornamento: giovedì 18 aprile 2019