Rimozione e recupero rottami di biciclette: il progetto "Ravaldone"

Il progetto Ravaldone si occupa della rimozione e del recupero dei ruderi di bicicletta trovati abbandonati sul suolo pubblico.
Lo stato di abbandono viene inizialmente presunto dalla mancanza di parti funzionali della bicicletta quali sella, manubrio, ruota o pedali: l’agente incaricato dell’accertamento appone così sul mezzo una fascetta adesiva, riportante un avviso di presunto stato di abbandono. Dopo un periodo di almeno 10 giorni, se il mezzo viene ritrovato nel medesimo luogo, ne viene verbalizzato lo stato di abbandono e se ne dispone la rimozione.
I soggetti incaricati della verbalizzazione sono gli agenti della Polizia Locale, le Guardie Ecologiche Volontarie e gli ausiliari di HERA. Incaricata della rimozione è la cooperativa sociale Open Group, in base ad una convenzione sottoscritta con il Comune di Bologna. Le parti di bicicletta rimosse vengono in parte riutilizzate a scopi sociali, nell’ambito di progetti di reinserimento lavorativo di persone svantaggiate, e in parte avviate a smaltimento secondo le modalità previste per le varie tipologie di materiale coinvolto.
A partire da ottobre 2018, al fine di assicurare una migliore fruizione delle rastrelliere oltre che per un più efficiente mantenimento del decoro urbano, le rimozioni possono essere disposte anche contestualmente al primo avvistamento, senza cioè far decorrere il periodo di 10 giorni sopra descritto, e possono riguardare anche biciclette che, pur non prive di parti funzionali, si trovino in condizioni tali da farne presumere lo stato di abbandono (ad esempio per un forte stato di degrado generale o per la mancanza dei requisiti di sicurezza necessari per la circolazione). In tal caso la valutazione dello stato di abbandono, con contestuale redazione di apposito verbale fotografico, compete in via esclusiva alla Polizia Locale. Le biciclette rimosse con questa procedura possono essere reclamate entro i 20 giorni successivi alla rimozione da parte di chi possa comprovarne la legittima proprietà, rivolgendosi ai Reparti Territoriali della Polizia Locale competenti in base alla via o piazza in cui la rimozione ha avuto luogo.
I cittadini che vengano a conoscenza di biciclette in presunto stato di abbandono sulla pubblica via possono contribuire al progetto Ravaldone attraverso lo strumento di segnalazione online linkato nella colonna a fianco. La segnalazione dovrà contenere l'indirizzo (via e numero civico) presso il quale si trova la bicicletta di cui si procederà ad accertare l’effettivo stato di abbandono.

Dove rivolgersi


  • + Sportello Mobilità Urbana
    Indirizzo: piazza Liber Paradisus 10, Bologna
    Orari:

    martedì e giovedì dalle 8.30 alle 14 e dalle 14.30 alle 17 - venerdì dalle 8.30 alle 13 - lunedì e mercoledì chiuso.


    Tel.: 051 2193042 negli orari di apertura dello sportello - per occupazioni suolo pubblico: 051 2193999 dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 11.30.
caricamento in corso...

Competenze

Ultimo aggiornamento: martedì 18 dicembre 2018