Zone protette da fittoni mobili


L'Amministrazione Comunale ha deciso di dotarsi di un sistema di controllo automatizzato degli accessi mediante fittoni mobili in alcune zone del centro storico bolognese in cui le condizioni di accesso alle proprietà e la rilevante presenza di attività commerciali non consentono la completa chiusura al transito degli autoveicoli, pur essendo per vocazione aree pedonali.
L'obiettivo del sistema è di controllare l'accesso in zone che sono particolarmente colpite da fenomeni di sosta abusiva specialmente la notte, pur presentando già un regime di "strade a circolazione limitata", regolamentando nel contempo l'accesso per carico e scarico, che rimane limitato ad alcune fasce orarie.

Le aree così regolamentate sono:

  1. il "Quadrilatero"
  2. la zona "ex Ghetto Ebraico"
  3. la zona "Altabella"
  4. la zona "S.Stefano"
  5. la zona "Montegrappa"
  6. la zona "Pratello"
  7. la zona "Falegnami"
  8. la zona "Moline"


Dove rivolgersi

Sportello contrassegni Tper

Competenze

Normativa di riferimento »

Del. Giunta Municipale del 7 novembre 2000 progr. 1064/2000 PG n. 162646/2000 - Modalità organizzative inerenti il controllo sperimentale degli accessi veicolari in alcune zone del centro storico bolognese

Ord. PG n. 167094/2001 del 16 novembre2001, modificata con ordinanza PG 116873/2003 - Accesso alle zone protette da controllo automatizzato degli accessi - Definizione delle modalità di distribuzione delle "smart-card" per l'apertura dei dissuasori mobili

Ultimo aggiornamento: lunedì 26 settembre 2016