Domande ricorrenti

Domande ricorrenti

No, il vigente Piano del Traffico non prevede più, a differenza del passato, la realizzazione di aree di sosta riservate ai soli residenti. Si è scelto di utilizzare le strisce blu che consentono l'utilizzo degli stalli di sosta su strada ad un'ampia fascia di utenti, benchè a pagamento, garantendo al contempo spazi gratuiti a favore dei residenti di ogni zona.

Si, sono state realizzate aree per la sosta delle moto, posizionate secondo le indicazioni ricevute dai Quartieri, nelle vie di seguito indicate:

NAVILE S. VITALE S. STEFANO
via Bentini via Crociali via Achillini
via del Tuscolano via Fossolo via Alberti
via Gortani via Mazzini via Laura Bassi Veratti
via Lipparini via Montanari via Murri
via Stoppato via Padoa via degli Orti
via Rimesse via Ruggi
via Schiassi via Sigonio
via Venturoli
via Vizzani

Eventuali stalli moto aggiuntivi potranno essere realizzati anche in corso d'opera, a seconda delle effettive geometrie presenti allo stato dei luoghi.

Si tratta di aree contraddistinte da apposita segnaletica verticale (vedi pagina dedicata). Le aree a rapida rotazione sono state concordate con i quartieri nelle seguenti localizzazioni:

NAVILE S. VITALE S. STEFANO
via Bentini (dal civico 47 al civico 67) via Emilia Levante (da via Sigonio a fronte via Mainoldi) via Dagnini (tra via degli Orti e via Ruggi lato civici dispari)
via Croce Coperta (in fregio al civico 1C - 1D ; da prossimità del civico 1E al civico 3) via Massarenti (tra via Crociali e via Azzurra) via Murri (tra via Silvagni e via Parisio)
via Lipparini (dal civico 2 al civico 4) via Mazzini (da via Albertazzi a via Sigonio) via degli Orti (tra Silvagni e Dagnini, lato civici pari)
via London (dal civico 2 al civico 4) via Mengoli (da via Vizzani fino al civico 31) via Sigonio (tra via Mazzini e via Achillini)
via Stoppato (da via Lipparini al civico 5)

S. Vitale: la via di confine tra le zone C ed L è via Bondi, sulla quale potranno parcheggiare i possessori di entrambe le vetrofanie C e L.

S. Stefano: la via di confine tra le zone D e M è via Masi, sulla quale potranno parcheggiare i possessori di entrambe le vetrofanie D e M.

Se la via è inclusa nell'espansione del Piano Sosta (lo puoi verificare anche dagli elenchi presenti su questa pagina, nella sezione documenti), hai diritto alla vetrofania. Se nella tua via non ci sono le strisce può essere per 2 motivi:

a) in ogni zona (nel rispetto del Codice della Strada) è presente un'area composta da strade in cui la sosta è gratuita per tutti per agevolare chi non è in possesso della vetrofania ma frequenta (perchè ci lavora/perchè ci abitano i familiari anziani...) la zona regolamentata. Trovi l'elenco di queste vie nella risposta alla domanda successiva);

b) la via in cui abiti è regolamentata come "zona residenziale"(in queste vie: il canale stradale è stretto/sono a fondo cieco/non hanno il percorso pedonale su ambo i lati/ecc., in ogni caso  i pedoni hanno la precedenza su tutta la sede stradale) riconoscibile dalla segnaletica verticale (cartello in cui su fondo blu, sono rappresentati una casa, un albero e due bambini che giocano a pallone).

Non è purtroppo possibile accogliere la sua richiesta perchè la via si trova al di fuori del perimetro previsto dal provvedimento di espansione del Piano Sosta nelle Zone periferiche, così come è stato definito ed approvato dagli atti di Consiglio e di Giunta, anche rispondendo ad esigenze di parcheggio e mobilità segnalati dai Quartieri stessi.

Oltre alla tutela della sosta residenziale il provvedimento intende promuovere la rotazione della sosta in prossimità di zone a valenza commerciale, scoraggiare la sosta pendolare su strada, orientare l'utenza occasionale e pendolare verso l'uso dei parcheggi in struttura e delle aree di sosta di interscambio, e incentivare l'uso dei servizi di trasporto pubblico locale e ferroviario.

In ogni zona di nuova istituzione saranno riservati stalli senza tariffazione, preferibilmente in prossimità dei centri civici e sociali di quartiere, riconoscibili dalla segnaletica verticale (ad es. dal cartello di "zona residenziale" o dal cartello in cui è indicata su fondo blu la P di parcheggio e non sono presenti pannelli integrativi).

Ci sono poi intere vie incluse nell'espansione del Piano Sosta in cui la sosta è gratuita; di seguito l'elenco delle vie in cui, per tutta la via, non sono presenti strisce blu:

NAVILE S. VITALE S. STEFANO
via Aimo via dell'Argine via Gigli
via Bedetti largo Molina via Malvolta
via Byron via della Rampa via Protti
Passaggio Marescalchi (con  disco orario) via Smeraldo
via Rolli via Agnesi da via Vela a fondo cieco (zona residenziale)
via S. Anna via Crociali (zona residenziale)
via G. Secondo

via Zacchi

via Cechov (zona residenziale)

via Cicu (zona residenziale)

via Gatti (zona residenziale)

via Petazzoni (zona residenziale)

via Pesci (zona residenziale)

via Pilati (zona residenziale)

via Zanichelli (zona residenziale)

Titolo di sosta “Residente” corona semiperiferica


Nella sezione documenti sono presenti gli elenchi delle vie interessate dall'espansione del Piano Sosta, suddivisi per quartiere.

La vetrofania è un titolo di sosta gratuita per residenti; è valida per la sosta nelle zone della periferia (corona semiperiferica) regolamentate dal Piano Sosta. Dà diritto alla sosta gratuita nelle aree su strada (contrassegnate da strisce blu) e nelle aree riservate alla sosta dei residenti (contrassegnate da strisce bianche) della zona cui si riferisce, fatta eccezione per le aree "a rapida rotazione" definite a tariffa intera, che sono a pagamento per tutti e sono evidenziate da apposita segnaletica.

Viene rilasciata una vetrofania per ogni veicolo posseduto (con l'unica eccezione dell'auto aziendale: massimo una per residente).

Fino al secondo veicolo per nucleo familiare la vetrofania suddetta viene rilasciata gratuitamente; dal terzo veicolo in poi si rilascia al costo di 120€/anno.

Nota bene: nel caso di autoveicoli con più cointestatari, residenti in zone diverse, è necessario "optare" per la sosta gratuita in una sola zona.

Requisiti

  1. residenza nelle zone interessate e nelle "fasce di confine" così come definite negli atti di perimetrazione delle zone del Piano Sosta (è assimilato al residente anche l'iscritto allo schedario della popolazione temporanea, fino alla scadenza dell'iscrizione)
  2. proprietà del veicolo - sono considerati equipollenti alla proprietà il possesso in forza di un contratto (leasing, nolo a lungo termine, comodato gratuito registrato, trascrizione dell'utilizzatore risultante dalla carta di circolazione), il possesso di veicolo aziendale affidato in uso esclusivo (anche in aggiunta a vetrofanie rilasciate per altro titolo di possesso, per un massimo di un veicolo aziendale per residente)

I cittadini che risiedono in Italia da più di 60 giorni non possono circolare con veicoli con targa estera.
Per coloro che invece vi risiedono da meno di 60 giorni, può essere rilasciato un contrassegno temporaneo con una validità massima di 60 gg a partire dal giorno di ottenimento della residenza italiana. 
Sono fatti salvi i casi in cui il veicolo è oggetto di contratto di noleggio, leasing o comodato d’uso con aziende estere costituite in uno Stato membro dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo che non hanno stabilito in Italia una sede secondaria o altra sede effettiva.
(artt. 97 e 132 Codice della strada come modificati dal decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113).

ATTENZIONE: la vetrofania perde validità e viene cessata nel momento in cui non sussiste più anche solo uno dei requisiti (sopra indicati ai punti 1 e 2) che ha dato luogo al rilascio. Si rammenta che non è consentito l'utilizzo di una vetrofania cessata: l’eventuale sosta sarà rilevata dal personale preposto a tale scopo e soggetta a sanzione.

Ciclomotori e motoveicoli dei residenti

La vetrofania è emessa anche per ciclomotori e motoveicoli a tre o quattro ruote (per motivi di ingombro hanno l'obbligo di sostare negli stessi stalli degli autoveicoli).

Modalità di rilascio

  • on line tramite SERVIZI ON LINE: se in possesso di credenziali FedERa ad alta affidabilità o SPID (che garantiscono un riconoscimento sicuro del richiedente) il residente nelle Zone della Corona Semiperiferica del Piano Sosta in possesso dei requisiti (sopra indicati ai punti 1 e 2) può ottenere per sè e per i componenti del suo nucleo familiare il rilascio; la modifica (in caso di sostituzione del veicolo); la cessazione (qualora non sussistano più i requisiti che hanno consentito il rilascio, della vetrofania)
  1. di residenza temporanea;
  2. di cambio titolo di sosta per possesso di contrassegno ZTL;
  3. di cambio titolo di sosta per possesso vetrofania per sosta in altri Settori del Piano Sosta;
  4. di auto immatricolata in uno Stato estero (artt. 97 e 132 Codice della strada come modificati dal decreto legge 4 ottobre 2018, n. 113);
  5. di auto sostitutiva (per riparazione) di veicolo già regolarmente munito di contrassegno virtuale - utilizzare il modulo apposito disponibile in "documenti"

Tempi di rilascio

In presenza dei requisiti la vetrofania virtuale:

  • on line - è rilasciata immediatamente ad eccezione del residente a cui sia affidata in uso esclusivo un'auto aziendale: in tal caso è rilasciata in differita. Un operatore dello Sportello Contrassegni Tper verificherà la documentazione presentata per valutare la possibilità di rilascio della vetrofania.

Cosa cambia dal primo gennaio 2020:
Ztla - la nuova zona a Traffico Limitato Ambientale di Bologna

Competenze

Settore Mobilità sostenibile e Infrastrutture

Competenze

Vedi anche

Ultimo aggiornamento: mercoledì 18 dicembre 2019