Occupazione temporanea suolo pubblico per lavori su strada e marciapiede con scavo e/o manomissione del manto stradale e/o apertura botole



In tutti i casi in cui si debbano eseguire lavori di scavo, manomissione del manto stradale (es. asfaltatura o rifacimento di pavimentazione) o apertura botole su strada (carreggiata) o in aree di pertinenza stradale (es. marciapiedi o aree spartitraffico), sia che si tratti di suolo pubblico o di suolo privato aperto al pubblico passaggio, è necessario richiedere la concessione al Settore Mobilità Sostenibile e Infrastrutture.
Per allacciamento alla pubblica fognatura  è necessario rivolgersi alla società Hera  Spa - Servizio Clienti.

Obbligo di segnalamento del cantiere

I lavori su strada che determinano occupazione temporanea di suolo pubblico vanno obbligatoriamente indicati con regolare segnalamento (cartello) del cantiere (art. 21 comma 1 Codice della Strada).
Il cartello deve essere redatto secondo il modello scaricabile alla sezione documenti (da stampare in formato A3 verticale, 29,7 cm x 42,0 cm, di colore giallo) e va posizionato ogni 20 metri lungo il lato longitudinale del cantiere stesso. Questo modello è da utilizzarsi obbligatoriamente per le occupazioni fino a 7 giorni.
Per i cantieri con occupazione superiore a 7 giorni, questa segnalazione può essere utilizzata in alternativa rispetto a quella indicata dall’art. 30 comma 6 del D.P.R. 495/92 (Regolamento di Attuazione del Codice della Strada).
La mancata apposizione della segnaletica comporta l’applicazione di sanzioni (art. 21 comma 4 del Codice della Strada).

Modalità di presentazione e rilascio

Le richieste di occupazione suolo pubblico devono essere presentate solo ed esclusivamente mediante la compilazione e l'invio della modulistica online presente sul sito del Comune di Bologna, nella sezione SERVIZI ON LINE Mobilità e strade alla quale si rimanda per tutte le informazioni relative alle modalità di accesso al servizio.

In seguito alla trasmissione del modulo on line il richiedente riceve mediante posta elettronica certificata (pec) la comunicazione di avvio del procedimento.

Al termine dell’istruttoria l’ufficio competente comunica al richiedente via pec:

- l'importo del Canone
- le modalità di pagamento
- la data entro cui effettuare il pagamento

I tempi per l’istruttoria e il rilascio della concessione sono di 30 giorni come previsto dall'art. 4 del Regolamento Comunale per l'occupazione di suolo pubblico e per l'applicazione del relativo canone.

Il rilascio della concessione avviene da parte dell'ufficio competente con invio del documento tramite pec firmato digitalmente.

Documentazione necessaria

E' necessario allegare alla domanda la planimetria quotata ed in scala adeguata che riporti lo stato di fatto dell’area e le dimensioni del cantiere.
Qualora per effettuare l’intervento sia indispensabile accedere, circolare o sostare nelle aree del Comune di Bologna soggette a restrizioni del traffico, il richiedente dovrà munirsi preventivamente dei titoli autorizzativi Ticket per l'accesso in ZTL

Costo e modalità di pagamento

Per ottenere la concessione occorre:

  • assolvimento del pagamento di n. 2 marche da bollo da 16 euro (una per la domanda e una per il rilascio della concessione ed eventualmente una terza marca se è necessaria la modifica alla circolazione stradale) tramite indicazione degli estremi delle marche nello spazio apposito del modulo on line
  • pagamento del canone di occupazione suolo pubblico che può essere eseguito tramite

bollettino di c/c postale n.1038664809 intestato a Comune di Bologna
bonifico bancario - IBAN IT38T0760102400001038664809 intestato a Comune di Bologna
tramite POS oppure in contanti presso gli sportelli di  RTI (ICA - Novares).

Proroga o rinuncia alla concessione

DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEI DECRETI LEGGE RECANTI MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19, APPLICABILI SULL’INTERO TERRITORIO NAZIONALE, CHE COMPORTANO LA SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ LAVORATIVE

1) Pagamento del canone "cosap" per le concessioni di occupazione del suolo pubblico per cantieri edili e stradali
Le concessioni (ed eventuali proroghe) verranno rilasciate solo dopo il pagamento dell'importo del canone "cosap" relativo a tutto il periodo in cui l'occupazione è presente sul suolo pubblico. Qualora all'impresa esecutrice dei lavori venisse imposto il fermo cantiere dai Decreti Legge relativi all'emergenza epidemiologica COVID 19 nel periodo di validità della concessione (o in parte di esso), si potrà chiedere il rimborso di quanto versato per il priodo di fermo cantiere, inviando la domanda a:
Concessionaria del servizio di accertamento e riscossione gestione: R.T.I. ICA s.r.l - NOVARES S.p.A. (www.icatributi.it)
Via Gobetti 52P/Q - 40129 BOLOGNA
Tel.051368737 - 051367146 - Fax 0514150338 - N.Verde 800404966 mail: bologna.cosap@icatributi.it - pec: bologna-cosap@pec.icatributi.com

2) rimozione delle occupazioni di suolo pubblico nel periodo di fermo cantiere
Relativamente alle occupazioni di suolo pubblico che scadono nel periodo in cui alle imprese esecutrici dei lavori è imposto il fermo cantiere, la rimozione potrà essere eseguita entro tre giorni dal termine della sospensione prevista dai suddetti decreti, previa compilazione del modello allegato, che dovrà essere inviato prima della data di scadenza della concessione a "cantierimobilita@pec.comune.bologna.it".

La domanda di una eventuale proroga per la concessione dell'occupazione temporanea , da presentarsi utilizzando il modulo on line, comprensiva delle motivazioni tecniche e di fatto, deve essere presentata almeno 15 giorni prima della scadenza, riducibili a 7 giorni per lavori di durata inferiore o pari a 7 giorni.

In caso di rinuncia, per non incorrere nelle sanzioni previste dai regolamenti, la comunicazione di rinuncia all'occupazione di suolo pubblico deve pervenire prima della data di inizio della concessione richiesta, all'indirizzo noimobilita@pec.comune.bologna.it

Qualora i tempi istruttori  non consentano il rilascio della proroga prima della scadenza della precedente occupazione, il richiedente, fino al ricevimento della nuova concessione, dovrà esporre sulla recinzione dell'area occupata, la comunicazione del Comune di avvio del procedimento della richiesta di proroga con l'indicazione del numero di protocollo.

Obbligo di comunicazione inizio e fine lavori

Nel caso in cui, all'interno del periodo  autorizzato, sia posticipata la data di inizio lavori e/o anticipata la data di termine, l'azienda esecutrice dei lavori è tenuta a darne comunicazione, via pec/mail oppure via fax, utilizzando il modulo scaricabile alla sezione documenti, per permettere agli uffici competenti il necessario e puntuale presidio del territorio, nonché attivare gli eventuali controlli di competenza.

Per la validità delle comunicazioni inoltrate via mail/fax è necessario allegare fotocopia di identità del firmatario.

Nei casi in cui è prevista la chiusura della strada deve essere collocato un cartello di preavviso a fondo giallo con scritte nere di spessore ben visibile, delle dimensioni indicative  cm. 90 x 135. Dovrà essere posato su piantana appesantita con sacchi di sabbia o a terra fissato a un palo esistente. In caso di spazi limitati o strade con bassi limiti di velocità (centro storico, problemi di intralcio a bici o pedoni, ecc.) è ammesso il formato ridotto di cm. 60 x 90. All'interno del cartello devono essere sempre indicate le seguenti informazioni: la strada interessata ( con l'eventuale indicazione precisa del tratto ) il periodo e gli eventuali orari. Come informazioni aggiuntive possono essere inserite eventualmente note utili o percorsi alternativi.

Dove rivolgersi


  • + Sportello Mobilità Urbana
    Indirizzo: piazza Liber Paradisus 10, Bologna
    Orari:

    Lo sportello è momentaneamente chiuso al pubblico.
    Riceve le richieste di informazioni e chiarimenti nei seguenti modi: PEC (protocollogenerale@pec.comune.bologna.it) E POSTA ORDINARIA.
    Rimane garantito il servizio telefonico, solo se necessario sarà possibile concordare un appuntamento.

    martedì e giovedì dalle 8.30 alle 14 e dalle 14.30 alle 17 - venerdì dalle 8.30 alle 13 - lunedì e mercoledì chiuso.


    Tel.: 051 2193042 negli orari di apertura dello sportello
caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

D. Lgs. n. 285 del 30 aprile 1992 (artt. 6, 7, 20 e 21) - Nuovo Codice della Strada

D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992 (artt. dal 30 al 43) - Regolamento di esecuzione e attuazione del Nuovo Codice della strada

Del. Consiglio Comunale Odg. 76 del 30 marzo 1998, PG. n. 32437/98 - Regolamento per l'esecuzione di interventi nel sottosuolo stradale di proprietà comunale

Del. Consiglio Comunale Odg. 41 del 22 marzo 2004, PG. n. 17044/2004 e successive modifiche ed integrazioni - Regolamento per l'occupazione di suolo pubblico e per l'applicazione del relativo canone

Reg. Urbanistico Edilizio - RUE adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 137/2009 PG 83079/2009

Det. Dirigenziale Settore Mobilità Urbana PG n. 64624/2004 - Approvazione della nuova modulistica relativa ad occupazione temporanea di suolo pubblico per lavori di rottura del manto stradale o apertura botole

Det. Dirigenziale Settore Mobilità Urbana PG n. 205689/03 - Cantieri: approvazione dei modelli per il segnalamento temporaneo (cartelli) da apporre durante lo svolgimento di lavori su strada.

Ultimo aggiornamento: giovedì 09 luglio 2020