Albo dei beneficiari

L’Albo dei beneficiari  è il risultato di un'estrazione di dati dal sistema informativo contabile del Comune di Bologna. Le informazioni in esso contenute corrispondono alle risultanze del rendiconto di gestione dell’anno finanziario del Comune in relazione a tutte le tipologie di contribuzione e trasferimento erogate, sia in conto competenza (impegni finanziari assunti nel corso dell'anno) che in conto residui (impegni finanziari assunti in esercizi precedenti).

Coloro che risultano come beneficiari di contributi/trasferimenti sono destinatari di somme, che nel bilancio finanziario possono essere lette come:

  • Contributi correnti, indicati fra le spese correnti, titolo I, macroaggregato 104;
  • Contributi in conto capitale, inseriti fra le spese in conto capitale, titolo II, macroaggregato 203 e 204

Il collegamento con il dato di bilancio è ottenibile attraverso il Pg dell'atto amministrativo, ossia la determinazione, di assegnazione.

Nell'Albo dei beneficiari risultano pertanto riportati anche contributi e trasferimenti erogati dal Comune di Bologna a enti pubblici (Aziende USL e ASP) a titolo di compartecipazione o di corrispettivo per servizi e attività svolte in favore della comunità bolognese, a organismi strumentali dellente come le Istituzioni Comunali o a enti controllati o partecipati come le Fondazioni.

Per una massima trasparenza l'Amministrazione comunale fornisce l'elenco completo dei contributi, a prescindere dall'importo erogato.

Precisazioni riferite alle singole pubblicazioni:

- alcuni beneficiari sono stati riportati con le iniziali puntate, nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy, là dove al nominativo del mandato corrisponde un codice fiscale. Il nominativo viene pubblicato per intero quando è collegato ad una partita iva, in quanto si tratta di legali rappresentanti o titolari di imprese individuali

- là dove è indicato "beneficiari vari" si intende il riferimento a mandati multipli, tipica situazione dei sussidi di tipo sociale, per i quali comunque il nominativo non deve essere pubblicato, nel rispetto delle indicazioni del Garante della Privacy.

anno 2015

anno 2014

anno 2013