Servizi e Sportelli Sociali

Tratta di esseri umani e prostituzione

Il Comune di Bologna promuove progetti rivolti al fenomeno dello sfruttamento/tratta e della prostituzione.


Progetto “Oltre la strada”. La Regione Emilia-Romagna coordina il progetto Oltre La Strada, che coinvolge i territori regionali fra i quali Bologna. Il progetto si sviluppa in interventi e programmi di assistenza ed integrazione sociale rivolti a persone vittime di sfruttamento e/o tratta (ex art. 18 dlgs 286/1998) .
Il Comune di Bologna, cercando di dare impulso all’innovazione degli interventi in questi ambiti adeguandoli al continuo modificarsi dei fenomeni, svolge una funzione di osservatorio mediante la raccolta e l’analisi dei dati, una funzione di comunicazione mediante l’implementazione, la cura e lo sviluppo dei rapporti con i partner e la gestione della rete, il coordinamento, la supervisione, la partecipazione ai tavoli regionali e nazionali e una funzione di supporto alla definizione delle politiche di governo mediante l’organizzazione di iniziative di informazione e sensibilizzazione, la rendicontazione e la valutazione dei progetti.
Il progetto è gestito da Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII°, Associazione Casa delle donne per non subire violenza e Associazione Mondo Donna).
Da settembre 2016 è stato attivato il progetto sperimentale sullo sfruttamento per accattonaggio, gestito dall'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII°.
Da dicembre 2017 è attivo anche un progetto sperimentale sullo sfruttamento e la tratta di minori, gestito dalla Cooperativa Sociale Società Dolce.
Mentre da marzo 2019 ha preso il via un progetto sperimentale sul grave sfruttamento lavorativo, gestito dall'Ass. Casa delle donne per non subire violenza e dall'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII°.




Da settembre 2016 è stato attivato il progetto sperimentale sullo sfruttamento per accattonaggio, gestito dall'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII°.
Da dicembre 2017 è coordinato dall'Istituzione il progetto sperimentale sullo sfruttamento e la tratta di minori, gestito dalla Cooperativa Sociale Società Dolce.
Da marzo 2019 è coordinato dall'Istituzione anche il progetto sperimentale sul grave sfruttamento lavorativo, gestito dall'Ass. Casa delle donne per non subire violenza e dall'Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII°.

Progetto "Via Luna": si occupa di riduzione del danno sulla prostituzione; mira a prevenire i danni e i rischi (salute, sicurezza, convivenza) legati al fenomeno della prostituzione di strada, mediante un lavoro, prevalentemente svolto sulla strada, rivolto alle persone che si prostituiscono. La gestione operativa è realizzata dall’Associazione MIT in ATS con l'Associazione ViaLibera Onlus attraverso servizi di unità di strada, mappature, counselling, accompagnamenti.
Contatti: Associazione MIT ,   Associazione ViaLibera Onlus


“Prostituzione Invisibile”:  dal 2007 è attivo il progetto che ha per oggetto una ricerca-azione, realizzata dall’Associazione MIT (realizzata all'interno del progetto “Oltre la strada”) che studia il fenomeno della prostituzione al chiuso (in appartamento, nei locali, via web..) accanto al fenomeno della prostituzione in strada, al fine di programmare interventi ad hoc finalizzati alla riduzione del danno del fenomeno.
Contatti: Associazione MIT


Approfondimenti
- Video: “La Regione Emilia Romagna e la Lotta alla tratta”, intervista a Viviana Bussadori – Servizio Politiche per l'accoglienza e l'integrazione sociale Regione Emilia Romagna
- Regione E.Romagna, sezione "Tratta e prostituzione" nel sito sociale emilia romagna

Altre  risorse a Bologna

Accanto ai progetti promossi dal Comune, a Bologna è attiva una ricca rete di associazioni di volontariato che promuovono attività di sostegno, supporto, ascolto e prevenzione nell'ambito della lotta alla tratta e allo sfruttamento della prostituzione:
- Ass.Albero di Cirene: progetto "Non sei sola"
- Vite trasformate: associazione e progetto della Chiesa evangelica di Bologna (contatti: vite.trasformate@gmail.com)

 

Categorie di Utenza

  • Disagio Sociale Adulti
  • Famiglia e minori

Normativa di riferimento