Servizi e Sportelli Sociali

Piano Freddo 2019-2020

[Nota del 2/5/20] Piano freddo prorogato fino al 31 maggio causa emergenza Covid-19. Leggi qui

-------------------------------------------

Il Piano Freddo del Comune di Bologna viene attuato da Asp Città di Bologna, in collaborazione con il Consorzio L’Arcolaio. La realizzazione di tutte le attività non può prescindere dalla forte e significativa collaborazione delle associazioni e organizzazioni del territorio che mettono in rete le proprie disponibilità e il proprio servizio.

Il Piano Freddo consiste nell’accoglienza notturna in luogo protetto delle persone che dormono in strada durante il periodo invernale. É prevista l’accoglienza anche nelle ore diurne all'interno delle strutture limitatamente ai periodi di neve e freddo intensissimo, definito da un'allerta della Protezione Civile.
Oltre ai posti letto, sono previsti numerosi altri servizi offerti prevalentemente dal volontariato, coordinato da Asp Città di Bologna, quali distribuzione di coperte, sacchi a pelo, bevande calde e generi di conforto a cui si aggiunge la somministrazione di pasti presso le strutture del piano freddo.

Tutti coloro che desiderano donare coperte invernali, piumoni o sacchi a pelo, possono portarli al Centro servizi Asp "Giacomo Lercaro" in via Bertocchi 12 a Bologna, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.
L’accoglienza notturna, su invio dei servizi sotto indicati avverrà nella fascia oraria 19.00-9.00. Sarà inoltre garantito un riparo diurno nella fascia oraria 10.00-18.00; l’accoglienza diurna sarà su invio di Città Prossima e delle strutture di Piano Freddo, presso il Laboratorio di comunità presenti sul territorio. Verrà garantita un accoglienza diurna tutti i giorni della settimana.

La data di inizio Piano Freddo è fissata per il giorno 1 Dicembre 2019

Strutture e modalità di accoglienza: Piano Freddo 2019-2020

Disponibilità di posti
Durante il Piano Freddo 2019-2020 saranno  disponibili complessivamente 281 posti suddivisi in 13 strutture del Comune di Bologna e dell’Arcidiocesi di Bologna.

Modalità di accesso
L'accesso alle strutture del Piano freddo avviene solo su invio dei servizi coinvolti, non è possibile l’ammissione diretta alle strutture per chi si presenta presso le stesse.

Da sabato 1 dicembre al 14 gennaio, il servizio Help Center funzionerà in modalità mobile: gli operatori saranno presenti in strada in orari variabili mattutini, pomeridiani e serali.
Dal 15 gennaio lo sportello di Help Center sito in Via Albani 2/2 riaprirà dal lunedì al giovedì e la domenica dalle 14.30 alle 17. Contestualmente continuerà l’attività di Help Center mobile che sarà attivo dal lunedì al giovedì e la domenica dalle 17 alle 20, mentre il venerdì e il sabato (giorni di chiusura dello sportello di Help Center) dalle 14 alle 18.
L’organizzazione appena descritta del Servizio Città Prossima - Help Center permette agli operatori di concentrare la loro presenza in strada in modo tale da raggiungere tutte le persone segnalate dai servizi e cittadini, ma anche di creare lo spazio per il dialogo e la relazione individuale o a piccoli gruppi; raggiungere le persone conosciute e stabili sul territorio; intercettare chi è più resistente e non accede volontariamente ai servizi.

I servizi (Serv.Sociale territoriale, SerT serv.dipendenze, CSM centro salute mentale, SBS servizio sociale e bassa soglie etc..) che intercettano persone che vivono in strada dovranno inviare a Help Center un’e-mail in cui viene indicato il luogo in cui dichiara di dormire la persona che chiede accoglienza.
Saranno gli operatori di Help Center a recarsi in loco per intercettare la persona e in base alla valutazione che sarà effettuata potranno assegnare il posto letto dando tutte le indicazioni utili ad individuare la struttura prescelta. Verrà dato riscontro al servizio segnalante.

L’Unità di Strada rimarrà sportello di riferimento esclusivamente per le persone con tossicodipendenza. Il servizio si trova in Via Polese 15/A e ha i seguenti orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.30.

Anche questo anno è attiva la mail instrada@piazzagrande.it gestita dagli operatori di Città Prossima - Help Center. L’e-mail è a disposizione dei cittadini che possono in questo modo segnalare le persone che vedono in strada. Verrà inoltre dato riscontro ai cittadini segnalanti. Questa modalità consentirà di monitorare la città in maniera diffusa e di venire a conoscenza di situazioni non note ai servizi.

Modalità di accesso e permanenza
Prima dell’avvio del Piano Freddo, Città Prossima-Help Center e Unità di strada, in forte raccordo con ASP Città di Bologna, procedono con la raccolta delle pre-segnalazioni da parte dei servizi (Servizi sociali territoriali, Servizio Sociale Bassa Soglia, Protezioni Internazionali, Servizio Dipendenze Patologiche – SerDp, Servizio Sociale Disabili, Servizi del Privato Sociale) in modo tale da garantire l’accoglienza delle persone più fragili dal 1 dicembre;
- L'accesso avviene compatibilmente con la disponibilità di posti;
- L’invio ordinario viene effettuato per 15 notti con eventuale successivo rinnovo che verrà effettuato direttamente dalla struttura ospitante;
- All’ingresso in struttura viene fatto firmare agli ospiti il regolamento interno tradotto anche nelle principali lingue straniere;
- Quotidianamente verranno inviate alla Questura le presenze all’interno delle strutture.

Modalità operative
Le strutture sono aperte nella fascia serale e notturna (19.00-9.00).
E’ prevista un’ammissione per le situazioni di emergenza riscontrate dalle forze dell’ordine o dai pronto soccorso, tramite il servizio di Pronto Intervento Sociale (Pris) che potrà usufruire di posti dedicati, che si vanno ad aggiungere a quelli elencati precedentemente.

È previsto inoltre il coinvolgimento di Organizzazioni di Volontariato durante le uscite in strada: Croce Italia uscirà la domenica e sarà a disposizione durante le allerte, mentre CISOM - Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta, gruppo di Bologna, a partire da gennaio, uscirà in strada una volta a settimana. L’obiettivo è quello di monitorare le condizioni di salute delle persone per effettuare un tempestivo raccordo con l’AUSL e gli ospedali cittadini, in caso di problematiche sanitarie significative.

Per informazioni
E' possibile rivolgersi allo Sportello sociale della zona di riferimento o al Punto unico telefonico 051 2197878

Categorie di Utenza

  • Disagio Sociale Adulti