Servizi e Sportelli Sociali

Buoni spesa per le famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza coronavirus

I buoni spesa sono una misura di sostegno alimentare, erogata dal Comune e finanziata dallo Stato, per sostenere le famiglie che si trovano in difficoltà economica a causa delle restrizioni dovute alla pandemia da coronavirus.
Si tratta di buoni, del valore di 25 euro ciascuno, spendibili in negozi e supermercati convenzionati per acquistare alimenti e altri beni di prima necessità (prodotti per l’igiene personale, per la casa,…).

Chi può fare richiesta

Possono richiedere i buoni spesa le persone residenti, singoli e nuclei familiari, che hanno subito un peggioramento delle proprie condizioni economiche a causa delle restrizioni dovute al coronavirus.

Non possono fare richiesta i cittadini e le famiglie, che hanno depositi bancari o postali superiori a 10.000 euro all’ultimo giorno del mese precedente la richiesta. Per le famiglie con più conti correnti la somma dei depositi di tutti i conti correnti non deve superare i 10.000 euro.

Gli ospiti di strutture residenziali (dormitori e altre strutture alloggiative) che già prevedono l’erogazione di pasti non possono essere beneficiari dei buoni.

Come richiedere i buoni spesa

Per richiedere i nuovi buoni spesa è necessario prendere appuntamento contattando telefonicamente lo Sportello sociale del proprio quartiere di residenza a partire da lunedì 1 febbraio 2021 nelle giornate di:

  • lunedì dalle 8.30 alle 12.30;

  • martedì e giovedì dalle 8.15 alle 13.30

I numeri da chiamare per prendere appuntamento o chiedere informazioni sono:

  • Borgo Panigale-Reno: 051 2197611

  • Navile: 051 2197213 e 051 2197256

  • Porto-Saragozza: 051 2197894 e 051 2197899

  • San Donato-San Vitale: 051 2196370

  • Santo Stefano: 051 2197048

  • Savena: 051 2197400

Una volta preso appuntamento i cittadini saranno ricevuti due mattine alla settimana, martedì e giovedì, presso la sede dello Sportello sociale, dove sarà richiesto loro di rispondere a un breve questionario in cui dovranno illustrare i motivi per cui hanno subito un peggioramento delle proprie condizioni economiche a causa dell’emergenza Covid-19 e documentare di non avere depositi bancari o postali superiori a 10.000 euro all’ultimo giorno del mese precedente la richiesta.

I cittadini già in carico al servizio sociale non dovranno prendere appuntamento con lo Sportello, ma dovranno rivolgersi al proprio assistente sociale.

Documentazione richiesta

All’appuntamento bisognerà portare:

  • documento di identità e codice fiscale del richiedente

  • estratto conto bancario o postale o di altri rapporti finanziari (come libretti, buoni postali, ...) intestati al richiedente e/o agli altri componenti del nucleo familiare relativi al mese precedente

  • tutti i documenti utili a dimostrare il peggioramento delle condizioni economiche del cittadino o del nucleo. Ad esempio: buste paga, contratti di lavoro cessati, documentazione relativa ai guadagni da lavori occasionali o a partita iva,... (durante la telefonata per richiedere appuntamento sarà possibile chiedere maggiori informazioni e saranno fornite indicazioni sui documenti da portare)

Importo dei buoni ed erogazioni

Il taglio dei buoni è di euro 25 ognuno e l’ammontare complessivo di ogni erogazione è:

· nuclei familiari unipersonali: 150 euro;

· nuclei familiari di due persone: 250 euro;

· nuclei familiari di tre persone: 350 euro;

· nuclei familiari di quattro persone: 400 euro;

· nuclei familiari di cinque persone: 500 euro;

· nuclei familiari di sei persone e oltre: 600 euro.

A partire da febbraio 2021 i beneficiari dei buoni spesa, indipendentemente dai buoni ricevuti fino al 31 gennaio 2021, potranno ricevere due o quattro erogazioni di buoni. In particolare:

  • I nuclei con figli minori, dopo aver fatto domanda, riceveranno due prime erogazioni di buoni. Per ricevere la seconda erogazione di buoni non ci sarà bisogno di ripresentare domanda; i buoni verranno erogati in automatico a circa un mese di distanza dalla prima erogazione. Dopo aver ricevuto la seconda erogazione, se la condizione di bisogno permane, sarà possibile presentare una nuova richiesta allo Sportello sociale e ricevere altre due erogazioni di buoni. Per un totale di massimo quattro erogazioni per l’anno 2021.

  • I nuclei composti da soli adulti riceveranno due erogazioni di buoni. Per ricevere la seconda erogazione di buoni, anche in questo caso, non ci sarà bisogno di ripresentare domanda perché i buoni verranno erogati in automatico a circa un mese di distanza. Dopo aver ricevuto la seconda erogazione non sarà più possibile presentare una nuova richiesta per l’anno 2021.

Come e dove utilizzare i buoni spesa

I buoni spesa saranno erogati attraverso la app Bologna welfare e potranno essere utilizzati direttamente dallo smartphone. Per scaricare i buoni attraverso la app sarà sufficiente cliccare sul banner “buoni alimentari” e inserire il proprio codice fiscale e il codice otp ricevuto via sms.

In fase di richiesta dei buoni gli operatori degli Sportelli sociali aiuteranno i cittadini che ne avessero necessità a scaricare la app.

Per chi non possiede uno smarphone i buoni potranno essere ritirati in formato cartaceo presso la sede degli Sportelli sociali.

I buoni, acquistati dal Comune dalla Società Ristoservice Spa, potranno essere spesi negli esercizi convenzionati.
Consulta l’elenco>>

 

 

Categorie di Utenza

  • Adulti
  • Disabili
  • Famiglia e minori
  • Immigrati

Normativa di riferimento

Decreto legge "Ristori Ter" (n. 154/2020), Misure finanziarie urgenti connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.