Emergenza sanitaria

Indicazioni generali in caso di epidemie o pandemie di varia natura

  • Seguire con attenzione e precisione tutte le indicazioni delle Autorità Sanitarie, anche per quanto riguarda profilassi e vaccinazione, in quanto potrebbero essere necessarie misure speciali per la sicurezza della popolazione.
  • Consultare il medico di base o il Dipartimento di Sanità Pubblica della A.U.S.L. per avere informazioni attendibili e aggiornate sulla malattia e sulla possibilità di vaccinazione.
  • Seguire, se redatte, le apposite linee guida di comportamento per il controllo della diffusione dell’epidemia nella comunità, intese a ridurre o eventualmente proibire affollamenti negli ambienti chiusi per ridurre la carica batterica o virale, evitando pertanto di frequentare fiere, teatri, cinema, sale concerti, mezzi di trasporto pubblici, scuole, ecc.
  • Se la persona presenta sintomi, rivolgersi subito al medico: una pronta diagnosi aiuta la guarigione e riduce il rischio di contagio per gli altri.
  • Attenersi all’obbligo di indossare le mascherine (sia per i pazienti che per il personale sanitario) anche negli ambulatori medici.
  • Lavarsi frequentemente e accuratamente le mani con acqua e sapone.
  • Raccogliere in appositi contenitori tutti gli oggetti (mascherine, guanti, fazzoletti, tovaglioli di carta, ecc.) che sono venuti a contatto con i casi sospetti.
  • Usare guanti monouso per le pulizie e successivamente lavarsi le mani dopo aver buttato i guanti.
  • Lavare e disinfettare accuratamente, con i prodotti disinfettanti indicati dall’Autorità Sanitaria, qualsiasi superficie o stoviglie toccate dai pazienti.
  • Evitare comunque la condivisione di oggetti personali con una persone malata.


In caso di avvelenamento ed inquinamento delle acque e dell’aria

  • Seguire con attenzione e precisione tutte le indicazioni delle Autorità Sanitarie.
  • Non utilizzare acqua per scopi potabili.
  • Non mangiare frutta, verdura ed in genere cibi rimasti a contatto con l’aria o l’acqua contaminata.
  • Non uscire all’aperto.
  • Chiudere porte e finestre accuratamente, occludendo gli spiragli con tessuti bagnati.
  • Spegnere gli impianti di condizionamento per evitare ogni interscambio di aria con l’esterno.

Ultimo aggiornamento: lunedì 16 dicembre 2013