Museo Civico del Risorgimento

Museo Civico del Risorgimento
Piazza Carducci 5
40125 Bologna
tel. 051 347592 (reception e biglietteria)

Direzione e uffici
Via de' Musei 8
40124 Bologna
tel. e fax 051 225583
museorisorgimento
@comune.bologna.it

Biblioteca del Museo Civico del Risorgimento
Via de' Musei 8
40124 Bologna
tel. e fax 051 225583
museorisorgimento
@comune.bologna.it

Certosa
Via della Certosa 18
40133 Bologna
tel. e fax 051 225583
museorisorgimento
@comune.bologna.it

  • Home:banner

Collezioni digitali / Caduti bolognesi della Grande Guerra

Ricordo funebre di Gian-Gualberto Ricci Curbastro, 1915

L’idea di costituire un Ufficio per notizie alle famiglie dei militari nacque a Bologna su iniziativa privata, nell’intento di supplire alle carenze del sistema di informazioni alle famiglie gestito dall’Esercito. Modello di riferimento erano le analoghe esperienze avviate nel 1914 in Francia e in altri paesi già coinvolti nel conflitto.
L’Ufficio notizie venne riconosciuto ufficialmente nell’ottobre del 1915, quando i Ministeri della Guerra e della Marina assegnarono ufficiali di collegamento per agevolarne l’operato, mentre la Prefettura di Bologna ne riconobbe la capacità giuridica.
I fondi per il funzionamento dell’intero ufficio arrivarono direttamente dal Ministero della Guerra e la Società bolognese di elettricità elargì gratuitamente l’illuminazione all’Ufficio Centrale per tutto il periodo di attività, la Cassa di Risparmio e la Camera di Commercio di Bologna si adoperarono generosamente a favore dell’Ufficio, le Poste offrirono temporaneamente i propri locali oltre alla parziale franchigia postale.
L’Ufficio raccolse informazioni dal giugno 1915 sino al luglio 1919.

L’Archivio della Sezione bolognese dell’Ufficio per notizie alle famiglie dei militari è conservato presso il Museo civico del Risorgimento di Bologna, e consultabile su richiesta.

 

vai al sito