Immagini

Zoom-in

Agenda Urbana Europea: prosegue il lavoro delle partnership tematiche

Dopo la sottoscrizione del Patto di Amsterdam, nel giugno 2016, che istituiva l'Agenda Urbana per l'UE e ne fissava gli ambiti e la tempistica, lo scorso anno sono stati avviati i 12 partenariati che su una base comune dovranno affrontare le 12 tematiche prioritarie riconosciute dal Patto stesso.
Il coordinamento di uno di questi partenariati, l'uso sostenibile del terreno (Sustainable land use and nature-based solutions), è stata affidato al Comune di Bologna e del governo polacco, attraverso il suo Ministero dello Sviluppo economico, 
A partire dal mese di luglio 2017, il Comune di Bologna, che è coadiuvato dall'Università di Bologna e dalla Fondazione per l'Innovazione Urbana, ed il Ministero dello sviluppo economico della Polonia hanno lavorato insieme alla Commissione europea e ad un gruppo ristretto di città e di Stati membri, con l'obiettivo di sviluppare un piano d'azione.
Dopo aver prodotto un primo Orientation Paper nel settembre 2017, si sono svolti diversi incontri per definire il set di azioni ed i relativi prodotti finali, fino a redarre, lo scorso maggio, un documento riassuntivo dell'ambito di azione e delle linee guida da seguire (Action area summary e Action area guidelines).
Nel luglio 2018 si è poi giunti a produrre il vero e proprio Action Plan, avviando il coordinamento per la presa in carico delle azioni. Da luglio, inoltre, è cominciata la pubblicazione del Piano d'Azione, che si concluderà nel mese di ottobre e che ha lanciato anche un sondaggio pubblico.
Seguirà la valutazione da parte della DGUM (Meeting dei Direttori Generali sullo Sviluppo Urbano, della Commissione Europea, che coordinano il lavoro delle partnership tematiche), da svolgersi nel mese di novembre 2018, per poi procedere alla messa in pratica delle azioni, da dicembre 2018 a marzo 2020.

https://ec.europa.eu/futurium/en/content/what-urban-agenda

 

Ultimo aggiornamento: venerdì 05 ottobre 2018