Nuova raccolta differenziata in zona Saragozza centro storico

L'8 maggio inizia la nuova raccolta dei rifiuti in zona Saragozza.

Nel Q. Porto-Saragozza, in zona Saragozza, dall'8 maggio 2017, progressivamente scompaiono i cassonetti e le campane per vetro, e sorgono 12 nuove mini isole interrate per vetro/lattine e rifiuti organici, mentre la raccolta porta a porta si allarga ai rifiuti indifferenziati.

I cittadini sono serviti a domicilio con le raccolte di indifferenziata, plastica e carta, mentre possono fruire delle nuove isole che presentano due contenitori a scomparsa sotterranea, uno per vetro e lattine e uno per l’organico. Pannolini e pannoloni possono essere anche conferiti nei bidoni con l’apposita scritta collocati in diversi punti del Quartiere, utilizzabili anche per lettiere dei gatti e deiezioni canine, o nelle grandi isole interrate a servizio delle aree di mercato.

Delle novità i cittadini sono informati con lettere a domicilio, depliant, incontri, azioni di tutoraggio. Nel mese di aprile le nuove modalità della raccolta sono state illustrate a famiglie e aziende a domicilio da "tutor" appositamente formati da Hera e dotati di tesserino di riconoscimento. Nell'occasione sono state distribuite le dotazioni iniziali di sacchi e bidoni necessarie per il corretto conferimento dei rifìuti insieme al materiale informativo.
Dal 22 aprile al 20 maggio sono presenti vari punti informativi sul territorio, a Porta d'Azeglio, in Piazza San Francesco, in via Saragozza civico 71, in via Belvedere all'ingresso del Mercato delle Erbe.

Tutto quanto raccolto in maniera differenziata avrà una sua destinazione specifica volta proprio al massimo recupero possibile. I rifiuti organici vengono avviati al compostaggio e, entro il 2018, andranno ad alimentare il nuovo impianto a biometano di Sant’Agata Bolognese per la produzione di gas per l’uso domestico e l’alimentazione di mezzi privati, evitando così l’utilizzo di combustibile fossile e l’emissione di CO2. I rifiuti secchi vengono lavorati e riqualificati nell’impianto di selezione di Granarolo per un successivo invio alle piattaforme di recupero.

Obiettivo è superare il 50% di riciclo entro il 2017.

Dettagli qui e nei pdf allegati.

 

Ultimo aggiornamento: martedì 02 maggio 2017