Immagini

Zoom-in

Documenti

A me gli occhi

Il Quartiere Santo Stefano si fa promotore  di una campagna di prevenzione oculistica gratuita per la diagnosi precoce dell’ambliopia, un difetto visivo che, se non diagnosticato nei primi anni di vita, può portare alla cecità permanente di un occhio.

Quasi 1.500 bambini, residenti nel Quartiere, tra i 9 mesi e i 4 anni di età  saranno sottoposti a partire dal 21 settembre, a screening oculistici gratuiti, grazie alla  positiva collaborazione con l'Ordine dei Medici e col Servizio Sanitario Regionale pubblico e privato.

L’obiettivo è di preservare la vista a 4 bambini su 100, poiché, secondo i dati del Ministero della salute, dal 3 al 5% di bambini in Italia, è soggetto ad ambliopia, il cosìdetto "occhio pigro".

Sono previste due fasi, grazie alla preziosa ed attiva partecipazione della Unità Operativa di oculistica dell’Ospedale Sant’Orsola - Malpighi e della Clinica Villa Erbosa.

La prima fase del progetto denominata A ME GLI OCCHI BIBERON - PROGETTO ELISA, rivolta ai bambini nati dal 1° gennaio 2010 al 31 Dicembre 2011 si é svolta presso la sede del Quartiere Santo Stefano in via Santo Stefano, 119 (Sala del Consiglio), nei  giorni di venerdì 21,  sabato 22 e domenica 23 settembre e venerdì 28, sabato 29 e domenica 30 settembre.

Qui i giovanissimi cittadini sono stati sottoposti, primi in Italia, ad autorefrattometria binoculare, esame non invasivo che richiede poco tempo per il suo svolgimento.

Lo screening viene effettuato dal dottor Roberto Magni, medico oculista che da anni svolge la sua pratica nell’ambito dell’Oftalmologia Pediatrica, coadiuvato da uno staff di Medici oculisti e ortottisti che hanno aderito volontariamente alla Campagna di prevenzione.

Attualmente è in corso la seconda fase "A ME GLI OCCHI BABY" rivolta ai bambini nati negli anni 2008 e 2009 che fino al 31 gennaio 2013 hanno la possibilità di effettuare lo screening oculistico presso la Clinica Villa Erbosa di Bologna in via dell'Arcoveggio 50/2.

Per prenotare chiamare il numero telefonico dedicato 0516315542 dalle 9 alle 16. Al momento della telefonata specificare all'operatore che risponde che  la prenotazione fa riferimento al progetto "A ME GLI OCCHI BABY" del Quartiere Santo Stefano.

Durante il test i piccoli partecipanti verranno intrattenuti con animazioni e giochi.

Tutti i genitori saranno informati subito del risultato dell’esame. I bambini per i quali si evidenzieranno eventuali deficit visivi, saranno indirizzati ad una visita oculistica approfondita secondo modalità che saranno spiegate al termine della visita.

E' importante sottolineare che:

  • i controlli sono totalmente GRATUITI
  • nel corso del controllo non saranno esaminati  problemi relativi a congiuntiviti, allergie, ostruzioni della vie lacrimali, né altre rarissime problematiche della prima infanzia
  • l'adesione al controllo non è obbligatoria ma vivamente raccomandata. Lo scopo dei controlli non è prescrivere occhiali, ma informare quei genitori i cui figli hanno problemi, affinché adottino i provvedimenti del caso.

Contenuto nell’ambito delle proprie Linee programmatiche per l’anno 2012, il progetto "A me gli occhi"  testimonia l'attenzione concreta che il Quartiere ha per il bene primario delle persone, che è la salute e la sua tutela, in particolare verso coloro che formeranno la nuova generazione di residenti. Realizzato in forma gratuita, il progetto rappresenta un grande esempio di sussidiarietà, in quanto si realizza grazie alla collaborazione tra pubblico e privati.

Partecipano al progetto:

Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Bologna
Azienda Ospedaliera S.Orsola-Malpighi
Clinica Villa Erbosa
Robero Magni, medico oculista
Ansabbio onlus
ditta Salmoiraghi & Viganò
Rotary Club Bologna
Lyons Club
Burattingegno Teatro
Virtus Pallacanestro

Testimonil dell'iniziativa, Giorgio Comaschi.

Pagina facebook A me gli occhi

 

Ultimo aggiornamento: lunedì 28 gennaio 2013