Vincitori IV edizione - anno 1995


SEZIONE NARRATIVA SATIRICA

Accadde a Roraro
...Secondo me il "Navile" per la letteratura satirica potrebbe essere assegnato a Accade a Roraro, il racconto che più si attaglia alle caratteristiche che io credo abbia il Premio. È scritto con maestria, usa una lingua allusiva, corrosiva, a volte feroce e a volte leggermente ironica. Per certi versi ha il tocco dell'acquerello, in altri punti pennellata spatolata di un Van Gogh.
Patrizio Roversi (dalla prefazione)

Autore: Giacomo Guilizzoni
Giacomo Guilizzoni, è nato nel 1925 in provincia di Novara e risiede a Bologna. Ha insegnato per molti anni in un Istituto Tecnico Industriale e ha pubblicato numerosi libri e articoli tecnici e didattici. Per la sua attività ha ricevuto il prestigioso Premio ministeriale per la Chimica, attribuitogli dall'Accademia Nazionale dei Lincei nel 1970 e nel 1983. Si vanta di essere stato stimato ed amato dai suoi studenti prima, durante e dopo il Sessantotto. Ha scritto questo racconto per divertire i figli e per esorcizzare alcuni rospi ingoiati in un certo periodo della sua attività professionale.

SEZIONE POESIA

Le poesie del Navile

Autore: Francesca Ciampi
Francesca Ciampi, 59 anni, bolognese, è sposata e ha tre figli. Laureata in Scienze dell'Educazione, ha insegnato nelle scuole elementari per trentacinque anni. Ha pubblicato il romanzo La Casalunga nel 1985, mentre è del 1990 Il ballo, il canto, la memoria, volume di studi sul patrimonio culturale dell'appennino bolognese, curato con Cesare Malservisi. Recentemente ha lavorato all'edizione italiana de Il sangue e la vita tra mito e scienza (Electa/Gallimard, 1993)

Autore: Egidio Venturelli
Egidio Venturelli, è nato ad Argelato (Bologna) nel 1939. Da oltre trent'anni dipendente di un'importante ditta bolognese esportatrice di macchine tessili, è appassionato di poesia, cinema, jazz, astrologia e lingue straniere. Già segnalatosi in alcuni concorsi letterari, con questa vittoria al Premio “Navile” giunge alla sua prima pubblicazione

SEZIONE NARRATIVA

Il Cercapersone
Quello di Sangiorgi è un romanzo con un'ambientazione avveniristica dagli impliciti riferimenti all'attualità. La scrittura è duttile e mossa, i personaggi sono ben delineati e la vicenda è raccontata con una "velocità" assai coinvolgente. Emerge da queste pagine la personalità di uno scrittore maturo e consapevole.
Giuseppe D'Agata, GianniManzella, Gregorio Scalise (dalla motivazione del Premio)

Autore: Giorgio Sangiorgi
Giorgio Sangiorgi, è nato trentotto anni fa, sotto il segno del leone. Laureato al D.A.M.S. di Bologna con una tesi sul movimento nelle arti grafiche e nel fumetto, proprio grazie al fumetto ha raccolto i primi successi in campo artistico, vincendo - in collaborazione con Paolo Merisi e Roberto Celano – il concorso per cartoonists "Fumettiamo i liguri". Nel 1989 ha vinto il concorso Vaga la fantasia organizzato da "La Repubblica" con il racconto Un 'altra macchina del tempo, mentre la rivista "Futuro Europa" ha pubblicato il suo primo romanzo di fantascienza, Friaria, genere che l'Autore predilige e a cui appartiene anche Il cercapersone.

Ultimo aggiornamento: mercoledì 20 giugno 2012