Rete civica Iperbole

Gli arconi di San Luca: mutamenti dell’antico percorso devozionale

Il portico di San Luca è un percorso devozionale caro a tutti i bolognesi, ma forse sorprenderà sapere che non è sempre stato come appare.

In prossimità dell’intersezione tra via Saragozza e via Guidotti, infatti, si trova  uno dei sette arconi del tratto in pianura che in origine erano dedicati alla devozione mariana. Oggi di questi ne restano pochi superstiti nella forma originale, perché a causa dell’urbanizzazione degli inizi del Novecento sono stati aperti per favorire il collegamento pedonale e stradale con la zona retrostante, abbattendo le pareti a nord oppure ricostruendoli completamente.

L’arcone corrispondente al passaggio di via A. Guidotti è fra quelli che hanno mantenuto la forma architettonica originaria, ma ha perso alcuni dipinti raffigurati sui muri a nord. Ne sono testimonianza quattro disegni di progetto individuati dallo storico dell’arte Pier Luca Gamberini presso l’Archivio di Stato di Bologna e datati 1674 e 1675, esattamente l’anno di costruzione del tratto di pianura del portico. 

Uno di essi ci mostra un particolare di prospetto con la composizione dei tre archi, corredato da altri tre disegni rappresentanti, in bozzetto, i dipinti barocchi che furono in seguito realizzati in ciascuno dei tre archi. Il disegno di prospetto mostra due emblemi rappresentativi della devozionalità bolognese dell’epoca: lo stemma del cardinale Nicolò Albergati con le sue iniziali alla sommità e, a sinistra, lo stemma della Confraternita della Morte, importante e antichissima istituzione laicale, che fin dal XV secolo era strettamente connessa al culto della Madonna di San Luca.

Purtroppo il nome del pittore che ha realizzato questi disegni non ci è pervenuto ma sappiamo, tramite le fonti d’archivio, che i disegni progettati furono effettivamente realizzati. 

 

Fonti e riferimenti fotografici:

Pier Luca Gamberini. (2014) L’iconografia del portico di San Luca tra il Seicento e il Novecento. INARCOS, anno LXIX (737), 75-83.

Archivio Albergati, miscellanea 44, Nota delle spese per l’Ochio de Coleggi 2 quadrimestre 1675. Ai portici della B.V. di S. Luca, A.S.B.

In fondo al disegno acquerellato, in scrittura coeva, è riportato: “Disegno nobile da dipingersi nell’ochio del Portico di San Luca dei Sig.ri Colleggi del 2° quadrimestre del 1674 essendo Colleggio, da Assunto Ill.mo Sig. Nicolò Albergati”.