Immagini

Zoom-in
  • Etilometro med. Lion 8000

Domande ricorrenti

Domande ricorrenti

L'etilometro utilizzato per l'accertamento dello stato di ebbrezza dei conducenti deve essere omologato. Il D.M. 22 maggio 1990, n. 196 determina i requisiti che devono avere gli etilometri, le prove e le verifiche a cui devono essere sottoposti per l'omologazione e che vengono effettuate dal Centro superiore ricerche e prove autoveicoli e dispositivi (CSRPAD) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Ogni apparecchio omologato, prima della sua immissione in uso e periodicamente (ogni anno), deve essere sottoposto a verifiche e prove dal Centro Superiore Ricerche e Prove Autoveicoli e Dispositivi (CSRPAD) del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
L'attestazione del corretto funzionamento è contenuta nel libretto metrologico.

E' un documento (originale o in copia autentica) che accompagna l'apparecchio e può essere esibito a richiesta della persona sottoposta a controllo.
Contiene:
- dati identificativi dell'apparecchio (costruttore, matricola, conformità, omologazione);
- annotazioni relative a tutte le operazioni compiute sull'apparecchio ed i relativi risultati (data visita primitiva, periodica, ecc.);
- data di scadenza della successiva visita periodica.

Gli etilometri utilizzati dalla Polizia Locale di Bologna, omologati in base alle disposizioni del D.M. 22 maggio 1990, n° 196, sono:

- modello Drager 7110 MKIII - n° di serie ARWD-0078, certificato di conformità OM 00308Bet
- modello Drager 7110 MKIII - n° di serie ARRM-0081, certificato di conformità OM 00308Bet
- modello Lion Intoxilyzer 8000 – n° di serie 80-004658, certificato di conformità OMO 0533et
- modello Lion Intoxilyzer 8000 – n° di serie 80-004663, certificato di conformità OMO 0533ES001/et
- Seres modello 679/E - n° di serie 2495, certificato di conformità OMO 00373et

Gli organi di polizia stradale hanno facoltà di sottoporre ad accertamento tecnico con etilometro il conducente di un veicolo solo quando ricorre almeno una delle seguenti condizioni:

- è stato effettuato con esito positivo un accertamento preliminare anche attraverso apparecchi portatili (pre-test);
- in ogni caso in cui il conducente sia rimasto coinvolto in un incidente stradale;
- quando si abbia motivo di ritenere che il conducente si trovi in stato di alterazione psico-fisica derivante dall’influenza dell’alcol.

In presenza di almeno una delle suddette condizioni il conducente, su richiesta dell’operatore di polizia stradale, ha l’obbligo di sottoporsi ad accertamento mediante etilometro.

L'accertamento mediante etilometro, pur essendo obbligatorio per il conducente, non può, tuttavia, essere eseguito coattivamente; la persona che rifiuta l'esame mediante etilometro commette, però, un reato e viene, pertanto, denunciata all'Autorità Giudiziaria.
Costituisce reato anche la mancata collaborazione, come ad esempio far finta di soffiare, interrompere il soffio prima, ecc.

La persona sottoposta ad accertamento mediante l'etilometro deve essere avvisata della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia, senza che ciò comporti ritardo nell’esecuzione dell’atto, essendo l'esame del tasso alcolemico un atto urgente ed indifferibile.
L’organo di polizia che procede, quindi, non ha l’obbligo di avvisare il difensore né di attendere il suo arrivo.

Può essere considerato in stato di ebbrezza solo il conducente che presenti una concentrazione alcolemica superiore a 0,50 g/l quale risultante di almeno due determinazioni concordanti svolte ad un intervallo minimo di 5 minuti l’una dall’altra; per “determinazioni concordanti” si intende che i due valori rilevati devono essere entrambi superiori al limite consentito dalla legge, ma non è indispensabile che siano uguali tra loro.

L'articolo 186 bis del Codice della Strada prevede, per alcune categorie di conducenti (minori di 21 anni, neopatentati conducenti professionali), il divieto di guidare dopo aver assunto bevande alcoliche e sotto l'influenza di queste; pertanto, per tali categorie è vietato guidare un veicolo anche con tasso alcolemico inferiore a 0,5 g/l.

Per giurisprudenza consolidata ai fini e per gli effetti dell'affermazione di responsabilità per il reato di guida sotto l'influenza dell'alcool (articolo 186 del Codice della Strada), l'esito positivo dell'alcooltest è idoneo a costituire prova della sussistenza dello stato di ebbrezza.

Etilometro

L'etilometro è uno strumento di misura che consente la rapida e precisa determinazione della concentrazione di alcool presente nell'aria espirata, che viene introdotta nella camera di misura dell'apparecchio attraverso il boccaglio ed il tubo di collegamento. I risultati della misurazione vengono indicati sul display in grammi per litro di sangue (g/l) e documentati mediante la stampante.

Durante tutte le fasi di misura, l'apparecchio effettua test di autodiagnosi ed interrompe il processo se rileva anche il più piccolo inconveniente o malfunzionamento.

L'etilometro è utilizzato per l'impiego mobile a bordo dei veicoli di servizio al fine di verificare lo stato di ebbrezza del conducente di un qualsiasi veicolo (anche biciclette) e, quindi, procedere agli accertamenti ai sensi degli articoli 186 o 186 bis del Codice della Strada per la guida in stato di ebbrezza in conseguenza all'uso di bevande alcoliche.

Etilometro

Etilometro med. Lion 8000

Etilometro med. Lion 8000



etilometro med.Lion 8000.jpg
etilometro mod.Drager 7110.jpg

Dove rivolgersi


  • + URP - Ufficio Relazioni con il Pubblico Polizia Locale
    Indirizzo: via Enzo Ferrari, 42
    Orari:

    Lunedì, mercoledì  e venerdì dalle 8.30 alle 12.30; martedì giovedì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Chiuso sabato. Apertura pomeridiana sospesa nei mesi di luglio e agosto e nel periodo delle festività natalizie dal 21 dicembre al 6 gennaio (compresi). L’erogazione dei numeri per i servizi Cassa ed Informazioni è sospesa 15 minuti prima della chiusura degli sportelli. L’attività sarà garantita a quanti già in possesso del numero.


    Tel.: 051 2193610 (solo per informazioni sulle violazioni amministrative: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30; martedì e giovedì dalle 14 alle 17.30 )
caricamento in corso...

Competenze

Ultimo aggiornamento: martedì 22 dicembre 2015