Educazione Stradale

Negli anni novanta, alcuni Vigili Urbani di Bologna costituirono un gruppo di lavoro per avvicinare gli studenti all'educazione stradale e iniziarono a proporre attività sperimentali in alcune scuole del Quartiere San Vitale. Nacque il Progetto Semaforo Verde, rivolto agli alunni della scuola elementare che, negli anni successivi, entrò in tutte le scuole.
Ad oggi il Nucleo di Educazione Stradale si pone come obiettivo principale quello di sensibilizzare le giovani generazioni per l'adozione di comportamenti tendenti alla legalità e alla comprensione dell'importanza della sicurezza stradale.
La prevenzione dei rischi, il corretto uso dei veicoli e più in generale la promozione dei valori di socialità e correttezza, insieme alla scoperta della figura dell'agente di Polizia Municipale come “amico” e punto di riferimento dei cittadini, sono solo una parte delle attività svolte.

Ecco alcuni progetti e percorsi dedicati in particolare al mondo dell'infanzia e ai giovani.

Cuccioli in strada
Progetto rivolto alla scuola dell’Infanzia (bambini dai 4 ai 6 anni) pensato per trasmettere le prime norme di comportamento del pedone, i comportamenti corretti da tenere in auto, sui mezzi pubblici e in strada. Lo scopo è migliorare le condizioni di sicurezza dei bambini, rendendoli consapevoli che la strada è uno “spazio di tutti” in cui è necessario rispettare le regole per una buona convivenza e per una maggiore sicurezza di tutti.
Gli insegnamenti vengono proposti in maniera ludica, in collaborazione con le insegnanti che anticiperanno e proseguiranno il “gioco del vigile”.
Sono previsti 2 incontri, uno all’interno della sezione o di uno spazio idoneo all’interno della scuola, uno sul territorio.

Giro&Rigiro
Attività rivolta a bambine e bambini dell’ultimo anno della scuola dell’Infanzia, nato per facilitare la comprensione delle prime regole e dei primi concetti legati alle Sicurezze. Il progetto si svolge presso l’eco-parco dell’Istituto Serpieri di Bologna - Laboratoro Europeo delle Sicurezze. I piccoli partecipanti vengono accolti dagli agenti di P.M. che, in sinergia con gli educatori/attori di Burattingegno Teatro affrontano i temi delle Sicurezze (ambientale, domestica, agroalimentare e stradale). E’ previsto un contributo di 6 euro per la partecipazione.

Semaforo Verde
Percorso di educazione alla sicurezza stradale per la Scuola Primaria a partire dalla terza classe. E' un progetto dinamico che permette di adattarsi a tutte le realtà scolastiche, sfruttando al meglio le capacità degli operatori e le risorse del territorio.
Il percorso andrà a svolgersi in piena sinergia e collaborazione fra insegnanti e operatori della Polizia Municipale.
Il programma per il ciclo della scuola primaria avrà come filo conduttore i seguenti temi:
Cultura della strada (ecologia, prevenzione,…)
Vita quotidiana (che, con l'aiuto di tutti, potrebbe migliorare…)
Valorizzazione della regola, non fine a se stessa,ma indispensabile per una buona convivenza
Vigile vicino al bambino (non solo multe…)
Gli operatori di P.M. effettueranno due incontri di circa due ore con ogni classe, più un uscita.

Sicurezza stradale per la scuola secondaria di I grado
Il programma per il triennio della scuola secondaria di primo grado è un approfondimento dei temi relativi alla sicurezza della circolazione stradale e della convivenza civile. In particolare viene curato l’apprendimento delle norme del Codice della Strada in relazione alle esigenze ed alla realtà vissuta dai ragazzi, privilegiando, quando possibile, l’esperienza diretta.
A tutti coloro che ne faranno richiesta, vuole offrire con modalità personalizzate a seconda delle diverse esigenze (teorico o pratiche) la possibilità di conoscere le norme essenziali del comportamento del pedone, ciclista o ciclomotorista e della segnaletica stradale.

Sicurezza stradale per la scuola secondaria di II grado
Le proposte educative per la scuola secondaria di secondo grado, affrontano le tematiche specifiche inerenti la sicurezza stradale con il preciso obiettivo di fornire ai ragazzi uno strumento di prevenzione che permetta agli stessi di capire l’importanza del rispetto delle regole, per se stessi e per la vita degli gli altri.
Si propongono incontri, concordati con i docenti, sui seguenti temi:
- circolazione e norme di comportamento: la  guida quale sistema complesso che dipende dal personale stato emotivo e fisico del conducente e dall’attenzione ai molteplici fattori esterni. Analisi dei pericoli e delle conseguenze di uno scorretto atteggiamento di guida;
- dipendenze connesse alla guida dei veicoli (ciclomotori e autoveicoli) - uso e abuso di alcolici e sostanze psicotrope effetti e conseguenze;
- legalità.

Visita a Palazzo Comunale
Iniziativa rivolta alle scuole di ogni ordine e grado.
E' mirata a:
- valorizzare la storia della città di Bologna;
- analizzare la vita quotidiana (che, con l'aiuto di tutti, potrebbe migliorare…);
- riconoscere il "Municipio" come centro della vita sociale e politica;
- valorizzare la regola, non fine a se stessa, ma indispensabile per una buona convivenza;
- riconoscere il “Vigile” come punto di riferimento: da guardia comunale ad agente di polizia municipale.
La visita viene impostata a seconda della classe, valutando età degli alunni, indicazioni ed eventuali richieste del docente.

50 Special – Sicuri di avere una marcia in più
Una giornata dedicata ai ragazzi e alle ragazze che utilizzano, o vorrebbero utilizzare, il ciclomotore: istruzione e pratica per un utilizzo corretto e sicuro.
Il progetto si rivolge alle III classi della scuola secondaria di I grado e alle I classi della scuole secondarie di di II grado. L'obiettivo è quello di trasmettere le buone pratiche relative agli studi dei formatori, educatori, agenti di P.M. E istruttori della Federazione Motociclistica Italiana, impegnati negli ultimi anni nell'insegnamento della sicurezza stradale.
La giornata si svolge presso l’Istituto Serpieri all’interno del Laboratorio Europeo Europeo delle Sicurezze e unisce vari momenti teorici ed una attività di guida pratica.

Alcool Not Cool
Progetto dedicato alla fascia di età maggiormente a rischio (tra i 17 e i 19 anni) Incontri basati non sull’apprendimento nozionistico di norme o segnali stradali, mirati all’acquisizione della consapevolezza dei rischi legati ai non corretti comportamenti stradali, volti a favorire una conoscenza che non vede la Polizia Municipale solo con funzione repressiva o punitiva, ma in difesa di quel complesso di atti che hanno lo scopo di tutelare l’utente della strada.
Il progetto si articola in  due momenti: uno "teorico" volto a fornire nozioni teroriche e simulazioni per favorire la partecipazione attiva degli studenti e uno  "pratico" che consiste in una uscita sul territorio in orario serale-notturno insieme alle pattuglie che effettuano servizio di controllo, sicurezza stradale e contrasto alla guida in stato di ebbrezza.

Fai Strada
Offerta educativa destinata a giovani stranieri dai 18 ai 25 anni, rresidenti in Italia, che vogliono prepararsi alla parte teorica dell’esame per la patente B, organizzato da OfficinaAdolescenti in collaborazione con l’Uff. Educazione stradale della Polizia Municipale. Il corso è gratuito ma chi lo segue deve iscriversi entro il periodo segnalato (di solito a metà di novembre) e avere il manuale di studio. Sono previsti incontri con educatori, e agenti d Polizia Municipale per approfondire la conoscenza delle norme riguardanti la circolazione e la sicurezza stradale.

Fai la cosa giusta
Progetto del Comune di Bologna, avviato nel marzo 2011, coordinato dall’Area Affari Istituzionali e Quartieri e cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna. Sostiene la realizzazione di iniziative ed interventi finalizzati a supportare la cultura del senso civico, del rispetto delle regole e della legalità tra la popolazione giovanile e favorire la conoscenza del fenomeno mafia. L’attività si esplica principalmente attraverso percorsi formativi, iniziative di sensibilizzazione e azioni di ascolto dei bisogni dei giovani promuovendo un’educazione al rispetto delle regole.
Le iniziative previste dal progetto sono rivolte in primo luogo ai giovani, ma coinvolgono anche le figure istituzionali (operatori della Polizia Municipale, associazioni di volontariato che collaborano con il Comune, funzionari/dipendenti comunali dei Settori interessati) per fornire loro gli strumenti formativi necessari.
Il progetto prevede la programmazione e la realizzazione di moduli  formativi, nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e in centri di aggregazione giovanile ad opera di personale esperto sul tema del rispetto di sé, dell’altro e della comunità, rivolti sia ai giovani che ad insegnanti ed educatori.
La polizia Municipale interviene nella scuola secondaria di I e II grado.
Dal progetto deriva anche il concorso di idee “Fai la cosa giusta...e dillo a tutti!” rivolto alle scuole coinvolte, che ha visto la premiazione dei vincitori al Teatro Testoni. Alcuni elaborati, disegni, fumetti, poesie e frasi dei ragazzi coinvolti, sono stati raccolti all'interno di un quaderno, che potrà essere distribuito ai partecipanti.

Progetto Trasporto Sicuro – Bimbi Protetti
Iniziativa promossa ed organizzata dal Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell'Università di Bologna in collaborazione con il Corpo di Polizia Municipale, nell'ambito dei corsi di preparazione alla nascita rivolti ai futuri genitori. Si tratta di incontri nel corso dei quali vengono fornite informazioni specifiche circa le corrette modalità di trasporto dei bambini sui veicoli, nel rispetto delle norme e nell'ottica più generale della sicurezza propria ed altri.

E' possibile aderire ai progetti e proporre eventuali e ulteriori iniziative.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Ultimo aggiornamento: giovedì 28 gennaio 2016