Riscossione coattiva multe non pagate


I verbali di contravvenzione al Codice della Strada che risultino non pagati nei termini, danno luogo all'avvio del processo di riscossione coattiva cui l'Ente provvede secondo la normativa vigente.

Per tutti i verbali non pagati rilevati fino al 31 dicembre 2009 le procedure di riscossione coattiva sono affidate all'Agenzia delle Entrate, cui possono essere richieste le informazioni del caso. Presso la sede dell'Agenzia delle Entrate può essere inoltre richiesta la rateizzazione del pagamento in base alla normativa statale vigente in materia di tributi, che ammette dilazione del pagamento.

Per tutti i verbali successivi al 31 dicembre 2009 e non ancora pagati verrà invece emessa nel 2012 dal Comune di Bologna una ingiunzione di pagamento. Tale atto conterrà in dettaglio tutti gli addebiti a carico del contribuente, oltre alle indicazioni necessarie per provvedere al pagamento.

Rateizzazioni
E' stato adottato un regolamento che disciplina la rateizzazione degli importi pari o superiori a 500 euro in caso di oggettiva e documentata difficoltà economico-finanziaria del debitore. La domanda di rateizzazione per le ingiunzioni di pagamento deve essere presentata allo Sportello riscossione coattiva del Settore Entrate entro il termine di pagamento delle stesse.

Ricorsi
Contro l'ingiunzione di pagamento avente importo fino a 15.493,71 euro il ricorso può essere presentato al Giudice di Pace entro 30 giorni dalla notificazione dell'atto. Per le ingiunzioni di importo maggiore è invece competente il Tribunale.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

Ultimo aggiornamento: venerdì 04 maggio 2018