Istruttoria pubblica sul tema dell'Amianto

l Comune di Bologna ha indetto un’Istruttoria pubblica sul tema dell'Amianto, con la finalità di promuovere un pubblico dibattito sui temi relativi a tecniche di bonifica e di smaltimento, controlli, metodi di analisi, progresso scientifico-tecnologico, implicazioni di ordine sanitario per l'ambiente e per la salute umana, al fine di acquisire elementi utili per perfezionare il bilancio ambientale del Comune ed il documento d'indirizzo denominato PAES.

L'Istruttoria si è svolta martedì 2 dicembre 2014 dalle 9 alle 18.30, nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo d'Accursio.

Per informazioni é possibile scrivere all'indirizzo IstruttoriaPubblica@comune.bologna.it o contattare i numeri telefonici del Settore Staff del Consiglio comunale 051 2194184 - 051 2194504 – 051 2193902 (dalle 9.30 alle 13).

Video seduta istruttoria pubblica sul tema dell'Amianto

Documentazione agli atti

Documentazione:

  • Venerdi 15 maggio 2015, alle 9 presso la  Sala Imbeni (Palazzo d'Accursio), si è tenuta la seduta congiunta delle Commissioni  Consiliari " Sanità, Politiche Sociali, Sport, Politiche Abitative" e "Territorio e Ambiente", in relazione al completamento dell'iter relativo all'Istruttoria Pubblica sul tema dell'Amianto.

  • Lunedi 8 giugno 2015 il Consiglio Comunale si è riunito per discutere l'ordine del giorno conclusivo dell'Istruttoria pubblica sull'Amianto su proposta della Presidenza del Consiglio Comunale.
    L'ordine del giorno è stato approvato all'unanimità.   

  • Con Delibera P.G. n. 43524/2016 il Consiglio Comunale ha approvato il Piano comunale di bonifica dell’amianto, che ha l'obiettivo primario di eliminare l'amianto dalla nostra città entro il 2028. Il Piano permette di definire obiettivi ma anche di misurarli e di definire le risorse economiche. Le 20 azioni previste dal piano comunale puntano ad azzerare la presenza di coperture in cemento amianto, grazie all'attività di semplificazione, monitoraggio e controllo dell'attività di bonifica, ma anche tramite l'incentivazione della cura del patrimonio immobiliare pubblico e privato. L'obiettivo è anche di annullare il rischio sanitario ed ambientale, aumentare il livello di informazione nella popolazione, e coinvolgere i cittadini e la comunità scientifica.  Allegati: 

Ultimo aggiornamento: lunedì 07 marzo 2016