Concessione in uso di beni immobili


Assegnazione di immobili tramite bando

Gli immobili sono assegnati alle associazioni iscritte mediante bandi pubblici indetti dai Settori e dai Quartieri.

I bandi sono finalizzati alla selezione di progetti diretti ad attività ed iniziative di utilità sociale, complementari e sussidiarie rispetto ai servizi comunali.

I bandi individuano le finalità che si intendono perseguire ed i criteri di selezione dei progetti ed indicano le modalità di partecipazione e gli elementi che devono essere contenuti nelle domande. Esplicitano l'ubicazione, la consistenza, il valore locativo di riferimento degli immobili da assegnare, nonché i criteri per la determinazione dell’ammontare del canone di concessione degli stessi. La concessione può essere anche disposta a titolo gratuito in presenza di adeguata motivazione circa l'utilità generale del progetto.
Possono prevedere anche, come corrispettivo dell’assegnazione, la realizzazione da parte delle associazioni di interventi di manutenzione. Il costo delle opere eseguite è portato in compensazione con il canone di concessione dell’immobile.

I bandi possono essere emessi in qualsiasi momento dell'anno, sono pubblicati su Altri bandi e avvisi pubblici, e contengono le modalità di presentazione della domanda.

Assegnazione di immobili in via diretta

I settori e i Quartieri procedono all’assegnazione in via diretta degli immobili, qualora, a seguito delle procedure selettive previste dall’Art. 10 del Regolamento , non sia stato possibile provvedere all’assegnazione. Art. 13 del Regolamento sui rapporti con le libere forme associative.

Il direttore del Settore o del Quartiere stipula apposita convenzione per la concessione in uso dell’immobile.

Per informazioni:

Normativa di riferimento »

“Regolamento sui rapporti con le Libere Forme Associative”, approvato dal Consiglio comunale di Bologna nella seduta del 14 ottobre 2005 con deliberazione O.d.G. 187, P.G. 200542/2005.

Ultimo aggiornamento: giovedì 03 novembre 2016