Voto assistito

Gli elettori affetti da infermità tali da non consentire l'autonoma espressione del diritto di voto dovranno essere senz’altro ammessi al voto con l’aiuto di un elettore della propria famiglia o di un altro elettore liberamente scelto, purché l’uno o l’altro sia iscritto in un qualsiasi comune della Repubblica, nei seguenti casi:

  • se si trovano  in una  delle tre ipotesi tipiche previste dalla legge (cecità, amputazione delle mani, paralisi o da altro impedimento di analoga gravità);
  • se esibiscono la certificazione medica, redatta in conformità alla vigente normativa. I certificati medici possono essere rilasciati soltanto dai funzionari medici designati dai competenti organi dell’AUSL; debbono attestare che l' infermità fisica impedisce all’elettore d’esprimere il voto senza l’aiuto di altro elettore; debbono essere rilasciati immediatamente e gratuitamente;
  • se esibiscono il libretto nominativo rilasciato dall’INPS in cui  sia indicata la categoria «ciechi civili» e sia riportato uno dei seguenti codici:10; 11; 15; 18; 19; 05; 06; 07;
  • se esibiscono la tessera elettorale personale nella quale sia stato apposto il  simbolo “ADV”.


Timbro ADV
E’ facoltà degli elettori che si trovino in tali condizioni richiedere che il Comune di iscrizione annoti in modo permanente sulla tessera elettorale il diritto al voto assistito, mediante apposizione di un apposito simbolo (ADV). Detta annotazione dà diritto all'accompagnamento nella cabina elettorale per ogni consultazioni elettorali e referendarie, senza dover esibire altra documentazione.
La richiesta deve essere formulata all'Ufficio elettorale del Comune, presentando la tessera elettorale e apposita certificazione medica rilasciata dal funzionario medico designato dalla A.U.S.L. che attesti espressamente che l’infermità fisica impedisce all’elettore di esprimere il voto senza l’aiuto di altro elettore.

Viceversa, quando non sia effettuata tale annotazione, oppure quando la grave infermità fisica sia temporanea, la documentazione indicata dovrà essere esibita al Presidente del seggio in occasione di ogni singola consultazione elettorale.

Documentazione necessaria

  • tessera elettorale
  • copia di un documento di riconoscimento
  • modulo di richiesta
  • certificazione medica attestante l'impedimento fisico

La domanda può essere consegnata da un familiare o da altra persona liberamente scelta dall’interessato o spedita via posta, fax, email o PEC, allegando fotocopia del documento d'identità, all'Ufficio elettorale.

Tempi di rilascio

Al momento di presentazione della richiesta.

Dove rivolgersi


caricamento in corso...

Competenze

Normativa di riferimento »

Articolo 55 del DPR 30 marzo 1957, n. 361 - articolo 41 del DPR 16 maggio 1960, n. 570 (per il voto assistito) e legge 5 febbraio 2003, n. 17 (per il timbro ADV).

Ultimo aggiornamento: lunedì 29 settembre 2014