Bilancio di genere

Il Bilancio di genere è da intendersi in primo luogo come un processo per analizzare e valutare in quale modo e in quale misura le scelte politiche producono o possono produrre effetti specifici sulle donne e sugli uomini in relazione ai diversi ruoli che questi esercitano nell’ambito delle dinamiche familiari, sociali, economiche e politiche.

Il Bilancio di genere si colloca dentro il processo strategico della governance dell’Ente, quale analisi dell’insieme dell’azione pubblica e strumento di ammodernamento e di razionalizzazione dell’Amministrazione comunale, secondo criteri di qualità dei servizi, coerenza e adeguatezza alla domanda, efficacia, trasparenza, efficienza e contenimento dei costi.

Cosa fa il Comune

L’attenzione al bilancio di genere da parte del Comune di Bologna è ultra decennale e coerente con il dettato normativo che nel tempo è evoluto e richiama in forma esplicita e vincolante il perseguimento delle pari opportunità lungo tutto il ciclo della performance. Dal 2014 Il bilancio di genere è uno strumento previsto dalla legge quadro regionale per la parità e il contrasto alle discriminazioni di genere (L.R. n. 6/2014).

L’edizione 2019 del Bilancio di genere del Comune di Bologna

A partire da questa edizione il riferimento per la redazione del Bilancio di genere è alle Linee guida per la redazione del Bilancio di genere nell’approccio ben–essere fornite dalla Regione Emilia-Romagna agli Enti Locali.

Per questa edizione sono state selezionate due dimensioni del ben-essere sulle quali è stata sviluppata l’analisi:

  • “Accedere alla conoscenza e alla cultura: istruzione, ricerca, formazione, attività culturali”, incentrato sull’indicatore “lettura libri” per comprendere il posizionamento dell’ente nel confronto con altre organizzazioni, pubbliche e private, del territorio;
  • “Lavorare e fare impresa”, incentrato sull’evento “maternità” per offrire consapevolezza del ruolo del Comune nella promozione del ben-essere attraverso politiche culturali.

Il Bilancio di genere dal 2014 al 2018:

Per approfondimenti potete rivolgervi a Alessandra Cervellati:  tel 051 219 59 85  email alessandra.2.cervellati@comune.bologna.it pariopportunita@comune.bologna.it

Ultimo aggiornamento: mercoledì 15 aprile 2020