Osservatorio
temi
eventi
educalè
narrare le mafie
denuncia
area stampa

osservatorio permanente per la legalità e il contrasto alla criminalità organizzata

COS’è L’OSSERVATORIO

COS’è L’OSSERVATORIO

COS’è L’OSSERVATORIO


LINEE GUIDA DELL’OSSERVATORIO PERMANENTE PER LA LEGALITÀ E IL CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Già inserito nelle Linee di Mandato del 2016, l’Osservatorio Permanente per la Legalità e il contrasto alla criminalità organizzata è un organismo con funzioni consultive, propositive, centro studio, ricerca, documentazione e iniziativa sociale a sostegno della legalità e contrasto alle diverse forme di criminalità organizzata nei vari settori della vita economica e amministrativa, non solo della nostra città ma di tutto il territorio metropolitano.

FUNZIONI

L’Osservatorio, istituito presso il Comune di Bologna ha funzioni consultive, propositive, centro di studio, ricerca, documentazione, collaborazione, iniziativa sociale a sostegno della legalità e per il contrasto alla criminalità e microcriminalità ad essa connessa.
Altresì, per le sue funzioni, l’Osservatorio è da considerarsi come strumento utile per le attività comunali a sostegno di azioni di promozione della legalità e di prevenzione dei fenomeni criminali

FINALITÀ

Favorire processi di integrazione delle politiche sulla Legalità con le altre politiche settoriali
Rafforzare i principi di trasparenza e legalità all’interno dell’Amministrazione, in stretta collaborazione con il Responsabile per la Trasparenza e l’anticorruzione
Affiancare l’azione degli assessorati per un arricchimento delle progettualità e di un maggiore controllo territoriale sulle situazioni a rischio.
Rafforzare azione congiunta tra Amministrazione Comunale, forze dell’ordine, questura, associazioni di categoria, sindacati e cittadini al fine di garantire una maggiore sinergia sul tema
Individuare i settori di attività a livello metropolitano a maggiore rischio di infiltrazione criminale
Studiare in maniera scientifica, grazie al coinvolgimento delle diverse professionalità, le diverse mafie presenti nel nostro territorio, nonché le condizioni socio-economiche della loro proliferazione, al fine di realizzare una quanto più puntuale mappatura del rischio
Promuovere azioni mirate, previo studio approfondito, volte a favorire la prevenzione, il controllo e l’intervento sui più diffusi fenomeni criminali presenti sul territorio
Costruzione di un sistema di monitoraggio continuo a supporto delle azioni di programmazione, progettazione e gestione delle politiche di intervento
Essere un punto di riferimento per i cittadini, imprese, commercianti, etc..,che potranno supportare l’Osservatorio in termini di scambio di informazioni e di segnalazioni su situazioni che possono destare criticità
Coordinare, congiuntamente con tutti gli attori sociali del territorio, attività di promozione e diffusione della cultura della legalità

COMPOSIZIONE

All’Osservatorio, coordinato dalla Consigliera di Fiducia del Sindaco per la Legalità, possono partecipare:
– a livello istituzionale, rappresentanti (o loro delegati) della Regione Emilia Romagna, la Giunta, i Consiglieri Comunali del Comune di Bologna e i Sindaci (o loro delegati) della Città Metropolitana
– La Prefettura e la Questura
– i dirigenti e tecnici dei diversi settori amministrativi interessati alle attività e ai progetti in seno all’Osservatorio stesso.
– le associazioni di volontariato del territorio
– le associazioni di categoria professionali, economiche e non, del territorio
– le associazioni sindacali
– le forze dell’ordine a tutti i livelli

ATTIVITÀ

INFORMAZIONE: monitoraggio, ricerca, studio, approfondimenti, tavoli di lavoro, sviluppo progettualità di medio-lungo periodo, pubblicazione di un report annuale sui fenomeni criminali e le strategie di contrasto a livello metropolitano. Tale relazione verrà presentata in una giornata dedicata, invitando non solo gli attori coinvolti nel processo di ricerca e stesura ma soprattutto la cittadinanza, rendendola così partecipe del processo di conoscenza e diffusione dei dati relativi al tema della legalità e del contrasto alla criminalità organizzata.

SOCIAL: creazione di una sito internet dedicato, diviso per sezioni, all’interno delle quali verranno caricate tutte le informazioni utili, dando evidenza sia al lavoro svolto dal territorio metropolitano sia a livello nazionale di maggiore rilevanza.

FORMAZIONE: percorsi rivolti a studenti, insegnanti, mondo delle professioni, famiglie, cittadinanza tutta e attivazione di tirocini formativi o borse di studio in collaborazione con l’Università di Bologna, Avviso Pubblico e la Regione Emilia Romagna.

FUNZIONAMENTO E CONVOCAZIONI

L’Osservatorio si riunisce su iniziativa della Consigliera di Fiducia del Sindaco per la Legalità, di concerto con gli attori coinvolti nel processo di partecipazione, con cadenza trimestrale presso la Sede Comunale o la Sede della Città Metropolitana.

IMPATTO

Il Comune di Bologna ritiene necessario dotarsi dell’Osservatorio, come strumento di maggiore controllo del territorio e di coordinamento tra tutti gli attori sociali e istituzionali che ne condividono gli obiettivi e modalità di attuazione attraverso la definizione di strumenti e misure che non solo tutelino i cittadini e i beni comuni, ma che impediscano tentativi di corruzione, turbativa negli appalti o traffici illeciti nel nostro territorio. La sinergia tra i vari soggetti coinvolti fa si che questo organismo sia anche e soprattutto uno strumento di vigilanza su tutte le attività che possano essere appetibili per la criminalità organizzata.