Zona NG 6.16, una settimana di interventi artistici attorno al centro civico del Navile

6 Ottobre 2017

Da domenica 8 ottobre e fino a domenica 15 ottobre il Centro Civico Lino “William” Michelini di via Gorki a Bologna sarà il teatro di ZonaNG 6.16. Una settimana pensata per mettere al centro una parte della città, Corticella, che negli anni Settanta era all’avanguardia. Nel 1978 fu costruito il Centro Civico, dove si potevano trovare una scuola immersa nel verde pubblico, un day hospital, un poliambulatorio, un centro commerciale, una sala polivalente, una sala per le proiezioni, una sala per l’ascolto e la produzione della musica, una biblioteca, una palestra, un consultorio, un punto d’ascolto per le tossicodipendenze, sale da ping pong e laboratori di artigianato, di falegnameria, di fotografia e di teatro. Il Centro Civico fu progettato senza barriere architettoniche per permettere a tutti l’accesso ai servizi e alle attività ricreative.

Serendippo con Zona NG 6.16 cerca di recuperare quell’idea di partecipazione civica e di attivismo da parte dei cittadini, ridisegnando per una settimana, dall’ 8 al 15 ottobre prossimi, i muri del Centro Civico con l’aiuto di artisti provenienti da tutta Europa: Anneo (Elisa), Athena, Awer, Bartocci (Giorgio), Canemorto, Delnevo (Cinzia), DEM, Diamond, Guerriglia Spam, Hopnn, Krayon, LAH, Percy Bertolini, Rmogrl Ottantunoventi, Romani (Sonia), Silvi (Maria Ambra), Solo sono alcuni degli artisti coinvolti.

Un progetto d’arte che racconti la realtà di una città, quello spirito che noi tutti oggi abbiamo voglia di recuperare: 8 giorni d’arte a cielo aperto per la realizzazione di un polo artistico attraverso il recupero urbano degli spazi comuni. L'iniziativa è sostenuta attraverso una campagna di crowdfunding, con l’obiettivo di coinvolgere in modo attivo la cittadinanza tutta.

Il programma è nato dal coinvolgimento concreto delle molteplici realtà del Centro Civico e delle strade limitrofe oltre che dalla collaborazione con la Cineteca di Bologna e l’Istituzione Biblioteche.

Martedì 10, nella sala Alessandri del Centro civico Corticella serata, dal titolo Il pensiero libero e il messaggio del Maestro Luigi Fabbri, dedicata al pensiero di Luigi Fabbri, figura centrale nelle vicende dell'anarchismo italiano, teorico, scrittore e pubblicista, che lavorò anche diversi anni a Corticella come maestro elementare. La Biblioteca dell'Archiginnasio possiede una straordinaria raccolta di periodici appartenuti a Luigi Fabbri, composta da molti pezzi rari e unici.
Questo il programma della serata: ore 19-20, Nerio Nesi, ex Ministro dei lavori pubblici e Presidente della Banca Nazionale del Lavoro ricorda, insieme a Francesca Ciampi, la Corticella del primo dopoguerra, modera il presidente del quartiere Navile, Daniele Ara; ore 20-22, tavola rotonda con Carlo De Maria, Nadia Bonora, Tiziana Villani, Claudio Arba (Archiginnasio/fondo Fabbri); ore 22-23 concerto di Salvatore Panu, canti anarchici.

Giovedì 12 alle 20,30 in sala Centofiori la proiezione del film Stalker di Andrej Tarkovskij e di immagini dd'archivio di Corticella con presentazione di Gian Luca Farinelli. 

Documenti scaricabili: