Il Comune continua a prendersi cura della Torre Garisenda

28 Febbraio 2020

[AGGIORNAMENTO VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2020]

Proseguono i lavori di consolidamento della Torre Garisenda, successivi ai risultati dei rilievi del Comitato scientifico per la conservazione della torre, nominato dal Sindaco Virginio Merola. Il cantiere è impegnato in questi giorni nell'installazione delle prime cerchiature di rafforzamento della struttura. Si tratta di particolari nastri, formati da tessuto e materiali compatibili con la selenite, che vengono sistemati intorno al basamento della torre. Nelle prossime settimane i lavori proseguiranno con l'installazione di una ulteriore cerchiatura, questa volta di acciaio inossidabile, che andrà a rafforzare il basamento. Il cantiere, per i lavori propedeutici a queste ulteriori fasi, deve allargarsi sul lato della torre adiacente a via San Vitale che dunque resterà chiusa all’altezza di Piazza di Porta Ravegnana da giovedì 5 a domenica 8 marzo. L'ordinanza del traffico.

Ecco le modifiche alla viabilità: chi proviene da via San Vitale in direzione centro potrà arrivare solo fino a via Benedetto XIV e lì dovrà svoltare a destra; i residenti e coloro che devono accedere al tratto chiuso di via San Vitale (da via Benedetto XIV a piazza di Porta Ravegnana), potranno entrare e uscire a senso unico alternato.
Chi deve accedere a Piazza della Mercanzia, via Castiglione e nelle strade laterali (come via Caprarie e via Calzolerie) potrà farlo percorrendo via Ugo Bassi e via Rizzoli, dove il 5 e il 6 marzo è sospeso il telecontrollo.
Nei giorni di sabato 7 e domenica 8, restano in vigore le misure dei T Days: quindi Piazza della Mercanzia e via Castiglione sono accessibili da via Farini.
Nei giorni di sabato 7 e domenica 8 marzo, infine, le vie Caldarese e Castel Tialto si potranno percorrere, a senso unico alternato, per consentire entrata e uscita sul percorso San Vitale-via Benedetto XIV.

Le modifiche ai percorsi degli autobus sono consultabili sul sito di Tper.

-----

Il Comune di Bologna continua a prendersi cura della Torre Garisenda: da venerdì 31 gennaio 2020 il cantiere attorno a uno dei monumenti simbolo della città si allarga comprendendo l’area pedonale limitrofa (eccetto la torre degli Asinelli e la statua di San Petronio), per consentire la fase dei lavori successiva ai primi risultati delle indagini e dei rilievi decisi dal Comitato scientifico per la conservazione della torre, nominato un anno fa dal Sindaco Virginio Merola.

I lavori di questa prima fase, approvati dalla Soprintendenza, dureranno sei mesi e consistono nell’avvio del consolidamento del basamento della Garisenda per alzare i margini di sicurezza che si sono ridotti nel tempo a causa della vetustà della torre e del deterioramento dell’apparato murario. I lavori cominceranno con l’applicazione attorno al basamento di una cintura che funzionerà come un “busto” in modo da comprimere e rendere così più solido il nucleo ai piedi della torre. L’intervento proseguirà poi con delle iniezioni di malta all’interno del basamento per renderlo ancora più stabile e robusto. Nel corso dei lavori verrà inoltre ampliata la strumentazione per ottenere un monitoraggio sempre più dettagliato e studiare così i cambiamenti del comportamento della torre durante il consolidamento.