Tangenziale della bicicletta

27 Maggio 2013

Tutt'intorno a Bologna, senza ostacoli e in bicicletta. Sarà possibile grazie al progetto “Tangenziale della bici” che parte a giugno anche grazie al contributo di 575.000 euro del Ministero dell'Ambiente. Una vera e propria circonvallazione ciclabile che, oltre ad ampliare la rete cittadina dedicata alla due ruote, permette di collegare in modo tangenziale le piste radiali che già entrano ed escono dal centro storico ma non sempre con continuità.

Tutto d'un fiato, dunque, da via Sabotino fino a  Porta Saragozza e Porta San Mamolo e poi, ancora, dalla stazione dei treni, sempre pedalando senza intoppi, fino a Porta Mascarella e al raccordo con la ciclabile di via Stalingrado. 

Ed ecco che i lunghi “tappeti per pedali”, più sicuri grazie all'impiego delle vernici colorate rosso cupo e delle strisce bianche che le delimitano e piuttosto ampi nella loro larghezza (in media 2,5 metri) si srotoleranno al centro delle aree verdi che dividono le carreggiate dei viali e si uniranno ai tratti delle altre ciclabili esistenti attraverso rialzi d'asfalto, attraversamenti e intersezioni stradali, nella costruzione di un percorso lineare e protetto. 

Corredati dalla segnaletica idonea questi oltre due chilometri di nuovi collegamenti sono stati pensati rispettando l'ambiente: i materiali scelti per la realizzazione del progetto sono eco-compatibili e a basso impatto ambientale. 

 

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)