Sospensione sperimentazione piatto unico

27 Novembre 2014

Il 25 novembre è terminata la sperimentazione del piatto unico nelle scuole dell'infanzia e primarie, consistita nella fornitura di un abbondante piatto di tagliatelle al ragù accompagnato da verdura, pane e frutta.

L'inserimento della novità ha sollevato l'interesse di molti genitori,  non solo con molte critiche, ma anche con valutazioni positive. Sono stati tanti i giudizi espressi attraverso le numerose segnalazioni pervenute a Seribo e al Servizio Sviluppo Qualità pasti e Controlli del Comune. Alcuni suggerimenti sono stati accolti già nell’ultima giornata del 25 novembre, attivando maggiore attenzione nella fornitura e nel rimestamento corretto del condimento.

Fermo restando il valore del piatto unico nella proposta di un menu equilibrato, fortemente suggerito dalla linee guida regionali e dall’Ausl, nello specifico l'esperienza verrà al momento sospesa, in quanto molte delle segnalazioni richiedono un tempo adeguato per le valutazioni anche rispetto alla scelta del tipo di piatto unico, oltre che per la predisposizione di un percorso adeguato di comunicazione e sensibilizzazione, rivolto sia alle famiglie che alle scuole, che accompagni la sperimentazione.

A consolidamento di una buona partecipazione e di uno scambio positivo, volto al miglioramento del servizio, le novità di menù verranno comunicate con congruo anticipo, valutando anche le modalità di coinvolgimento dei genitori e delle scuole per informare e sensibilizzare direttamente i bambini rispetto alle nuove proposte.

Continua inoltre l'impegno dell'Amministrazione comunale per l'introduzione progressiva dei piatti in ceramica. Il progetto, avviato nel corso dell'anno scolastico 2013-2014, sta procedendo secondo il cronoprogramma stabilito.

Su 56 scuole primarie solo in 4 sono ancora in corso le verifiche per superare le difficoltà logistiche e consentire l'utilizzo delle lavastoviglie. In questo caso sono in uso stoviglie ecocompatibili che possono essere smaltite nei rifiuti organici.

A partire da gennaio 2015 saranno coinvolte nel progetto di installazione delle lavastoviglie anche le 90 scuole dell'infanzia. Il Comune provvederà a comunicare l'avanzamento dei lavori sul sito del Settore Scuola ed Educazione.