San Luca, parte raccolta fondi per il restauro del portico più lungo del mondo

7 Ottobre 2013
Scampagnata a San Luca del lunedì di Pasqua

Il Portico di San Luca è il simbolo di Bologna. E' stato costruito grazie al contributo di tutta la cittadinanza ed è divenuto l’esempio più singificativo dello spirito civico e religioso dei bolognesi.

Il porticato più lungo del mondo oggi però necessita di interventi di restauro, per tornare a nuova vita. L’Amministrazione comunale e il Comitato per il restauro del Portico di San Luca lanciano una raccolta fondi per la realizzazione delle opere di pulizia, manutenzione e restauro.

Evento iniziale della campagna di raccolta fondi sarà la serata di giovedì 10 ottobre al Teatro delle Celebrazioni. Nel giorno del duecentesimo anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, si terrà il concerto di fiati dell'Orchestra Giuseppe Chielli di Noci (Bari), diretta da Giuseppe Gregucci. Il ricavato dell’evento (biglietto d'ingresso di 10 euro acqustabile online o in teatro), promosso da Lions Club di Bologna Valli Lavino Samoggia, sarà devoluto al Comitato.

Un altro appuntamento per coinvolgere attivamente i cittadini nella raccolta fondi sarà l'XI edizione del Passamano per San Luca, l’evento più significativo ed atteso della Festa internazionale della Storia. Sabato 19 ottobre, alle 10, prenderà il via la rievocazione storica attraverso la quale si ripropone lungo il Portico di San Luca la lunga catena umana che il 17 ottobre del 1677 permise di trasportare sul Colle della Guardia i materiali da costruzione del grande Portico. 

I successivi appuntamenti e le modalità di raccolta fondi verranno presentate alla città a fine ottobre. A questo proposito l’Amministrazione rinnova l'invito a tutti i soggetti del territorio a dare un contributo in termini di proposte, eventi e iniziative che possano dimostrare il valore che il Portico di San Luca ha per i cittadini di Bologna.

Presentati anche i primi risultati del sondaggio "Cosa rappresenta San Luca per Bologna?", che rientra nel più ampio "Progetto Portici", per comprendere meglio il legame tra porticato e città, già compilato da oltre 700 utenti.

Per il 48,15% di questi San Luca per Bologna rappresenta il "cuore", o la "storia" (20,88%). Al quesito più personale "Cosa rappresenta San Luca per te?" il 44,32% degli utenti risponde "casa". 

Buona la consapevolezza della candidatura dei portici di Bologna a "patrimonio dell’umanità" dell’UNESCO: il 75,32% risponde infatti di esserne al corrente. Legato a questo risultato, molto incoraggiante è il dato che emerge della domanda successiva: "che valore porta questo riconoscimento alla città?". Il 94,18% risponde che l’inserimento dei portici di Bologna nella lista dei siti "patrimonio dell’umanità" avrebbe un valore "alto" o "altissimo". 

Alta è anche l’attenzione nei confronti delle condizioni del portico di San Luca: l’88,94% degli utenti ritiene che il portico necessiti di lavori di restauro e ripulitura, e il 61,28% si ritiene disposto a dare un piccolo contributo per finanziare l’opera di restauro.