Rivoluzione smart per l'illuminazione pubblica

14 Maggio 2013

Il Comune di Bologna rivoluziona l'illuminazione cittadina e la rende più efficiente e smart. Grazie al nuovo contratto con Enel Sole in città arriveranno investimenti per oltre 25 milioni di euro in efficienza e qualità, risparmio energetico e messa a norma degli impianti. Le potenzialità del nuovo impianto consentono inoltre di collegare a qualsiasi punto luce altre tecnologie come ad esempio videocamere o wi fi. 

La convenzione con Enel Sole ha durata 9 anni, e prevede che il fornitore esegua interventi di manutenzione straordinaria, di riqualificazione energetica e di adeguamento normativo e tecnologico remunerati all’interno del canone, e quindi che questi non siano onerosi per l’Amministrazione comunale, pari ad almeno il 10% dell’importo del canone.

Gli investimenti sono previsti nei primi tre anni di contratto. 

La delibera che dà inizio alla rivoluzione smart per l'illuminazione pubblica cittadina è stata approvata dal Consiglio comunale il 27 maggio.

Le vecchie cabine di trasformazione (circa 300) saranno superate da nuovi circuiti di alimentazione, con la conseguente dismissione di tutti i locali attualmente utilizzati. Saranno sostituiti circa 900 chilometri di linee elettriche di alimentazione, per avere minori perdite di energia sulla rete e minori probabilità di guasti. Si attiverà un sistema di telecontrollo punto a punto su circa 30.000 centri luminosi (il 66% degli apparecchi in città), che permetterà un controllo in continuo sullo stato di funzionamento del punto luce e la possibilità di regolare il funzionamento (orario e intensità luminosa) per ogni singola lampada. L’entità di tali interventi, a completo carico di Enel Sole, così come previsto dalla convenzione, è pari a 19.630.454,36 euro.

Il Comune investirà 6.044.080,68 euro per sostituire le vecchie lampade a vapori di mercurio con nuove lampade ad efficienza energetica elevata, anche a led. Questo consentirà di risparmiare da 420.000 a 480.000 euro l'anno.

Enel Sole gestirà anche l'illuminazione degli impianti semaforici e degli impianti tecnologici a servizio del tunnel Ravone. 

Il nuovo contratto prevede inoltre la salvaguardia dei posti di lavoro dei 17 addetti oggi impegnati nel servizio. 

 

Quadro di spesa:

Comune

Canone per i 9 anni:                                                     64.928.389,59 euro

Manutenzione ordinaria su richiesta:                             4.382.223,00 euro

Manutenzione straordinaria su richiesta:                       2.559.374 euro

Investimenti per cambio lampade:                                 6.044.080,68 euro

Totale per il Comune:                                                   77.914.067,27 euro

 

Interventi Enel Sole all'interno del canone:                   19.630.454,36 euro

 

Totale investimenti:                                                       25.674.535,04 euro

Totale generale:                                                              97.544.521,63 euro

 

 

(Foto di copertina con licenza Creative Commons. Fonte Flicrk)

(Foto nella news con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)