Pubblicato il bando per un progetto di promozione di Bologna come meta turistica

29 Settembre 2014

Pubblicato l’Avviso pubblico per la selezione di un progetto per la promozione della “Destinazione Bologna” e per la qualificazione ed il coordinamento di servizi di informazione e accoglienza del territorio bolognese.

Entro le ore 12 del 10 novembre 2014 si potranno presentare proposte progettuali via PEC a protocollogenerale@pec.comune.bologna.it. Si potranno inoltre consegnare a mano allo Sportello Protocollo generale del Comune di Bologna di piazza Maggiore 6 o tramite corriere all'Ufficio Spedizioni del Comune di Bologna di piazza Liber Paradisus 10.

La promozione della “Destinazione Bologna” consiste in un insieme complesso di azioni ed attività per diffondere la conoscenza della città e del suo territorio, ad aumentare l'attenzione del sistema turistico internazionale su Bologna, ad attirare turisti e visitatori, a garantire loro la migliore accoglienza e ad incrementare così l’economia turistica. 

I soggetti partecipanti alla selezione dovranno proporre al Comune, in un quadro ampio, professionale e coordinato, un progetto per il “management e il marketing territoriale per la destinazione Bologna", articolato su un arco temporale di tre anni, tenendo conto delle disponibilità finanziarie, di immobili e di strumentazioni che il Comune di Bologna metterà a disposizione del progetto selezionato, e seguendo le linee di indirizzo per il management e il marketing turistico territoriale del documento Bologna 2021. 

Per la realizzazione del progetto selezionato il Comune di Bologna renderà disponibili risorse finanziarie, beni immobili e risorse strumentali:

  • un contributo finanziario dell’importo triennale complessivo di 4,2 milioni di euro di cui 2,7 derivante dall’imposta di soggiorno.b
  • beni patrimoniali quali il complesso Palazzo Re Enzo - Palazzo del Podestà per la parte di proprietà comunale e le Due Torri. All’interno del complesso Palazzo Re Enzo – Palazzo del Podestà, al piano terreno, con affaccio su piazza Maggiore, si trova il locale adibito a punto di Informazione ed Accoglienza Turistica (IAT) in cui possono essere svolte anche funzioni di prenotazione alberghiera e commerciali connesse alla promozione turistica. 
  • il sito web turistico ufficiale del Comune di Bologna attualmente registrato con il dominio www.bolognawelcome.com nelle sue diverse versioni e nelle funzioni di redazione.

Per l’utilizzo degli immobili deve essere riconosciuto al Comune di Bologna un canone annuo pari a 8.630 euro per le Due Torri, a 200.000 euro per il complesso Palazzo Re Enzo - Palazzo del Podestà, a 45.000 euro per i locali adibiti a IAT. 

Il Comune si riserva l’utilizzo degli spazi all’interno del complesso Palazzo Re Enzo - Palazzo del Podestà fino a 60 giorni all’anno. Per l’utilizzo degli spazi il Comune di Bologna riconosce al soggetto selezionato il rimborso delle spese di pulizia, utenze, manutenzione, oneri di gestione, controlli, per un importo forfetario di 1.152 euro giornalieri per l’intero palazzo, ridotti proporzionalmente per singole parti dell’edificio.

Sono ammessi alla selezione, anche in forma di aggregazione temporanea, costituita o costituenda, imprese, associazioni, fondazioni, enti ed organismi di diversa natura giuridica, purché aventi finalità statutarie coerenti con gli obiettivi del bando. 

Il soggetto - o il capofila in caso di aggregazione temporanea - deve avere la sede legale e la principale sede operativa in un paese della Unione Europea ed essere in possesso dell’autorizzazione all'esercizio dell'attività di Agenzie di Viaggio, regolarmente pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna, con almeno tre anni di esercizio di attività alla data di scadenza del presente bando.

Il progetto dovrà descrivere le prospettive di sviluppo turistico di Bologna collocate in un arco temporale di tre anni, precisando le modalità di implementazione e il piano delle risorse a ciò destinate, sulla base del documento “Bologna 2021: linee di indirizzo per il management e il marketing turistico territoriale”. 

Il progetto dovrà essere corredato dalla descrizione della organizzazione che sarà adottata per la realizzazione delle attività, dovrà evidenziare l’esistenza di eventuali rapporti di partnership con soggetti pubblici e privati, utili a rafforzare il progetto, e da un business plan che ne dimostri la sostenibilità, con uno svolgimento specifico per le differenti azioni proposte e con una particolare attenzione a promuovere le eccellenze del territorio metropolitano, in vista di una gestione integrata, secondo le nuove configurazioni istituzionali in via di attuazione. Il business plan dovrà indicare chiaramente la quota di risorse finanziarie proprie che il candidato intende attribuire al progetto.

Il progetto sarà selezionato, in relazione alla maggiore rispondenza agli obiettivi del documento “Bologna 2021: linee di indirizzo per il management e il marketing turistico territoriale”,  sulla base dei seguenti criteri:

  • capacità di innovazione delle forme di promozione turistica sia sotto gli aspetti organizzativi sia sotto quelli di contenuto, rilevabile dalle modalità di implementazione proposte, dalla organizzazione adottata ai fini della realizzazione del progetto, dalla esistenza di rapporti di partnership;
  • conoscenza delle problematiche e del contesto in cui si colloca la promozione turistica, sia in termini generali, sia con riferimento allo specifico contesto produttivo, economico e normativo dell’area bolognese, rilevabile dai medesimi elementi sopra indicati;
  • capacità di impegnare nel progetto personale dotato di particolari capacità ed esperienze, in ambiti professionali anche non convenzionali, da dimostrare mediante la presentazione dei curricula dei soggetti a vario titolo coinvolti;
  • quantità di risorse finanziarie proprie con cui il candidato intende contribuire alla realizzazione del progetto.