Passante di Bologna, avviata la procedura di Valutazione di impatto ambientale

22 Gennaio 2017
Rendering inserimento barriere acustiche

Società Autostrade per l’Italia S.p.A. ha presentato il 10 gennaio scorso al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs.152/2006 e s.m.i.), istanza per l’avvio del procedura di Valutazione di Impatto Ambientale del progetto “Potenziamento in sede del sistema autostradale e tangenziale di Bologna”. La scadenza della presentazione delle osservazioni è il 13 marzo 2017.

Il progetto definitivo, lo studio di impatto ambientale (comprensivo della valutazione di incidenza) e la sintesi non tecnica sono depositati per la pubblica consultazione presso:
- Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per le valutazioni e autorizzazioni ambientali, via Cristoforo Colombo, 44 - 00147 Roma;
- Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Belle Arti e Paesaggio, Servizio III Tutela del paesaggio, Via di San Michele, 22-00153 Roma;
- Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, viale della Fiera, 8 - 40127 Bologna;
- Città Metropolitana di Bologna - Area pianificazione e mobilità - via Zamboni, 13 - 40126 Bologna;
- Comune di Bologna - Settore Ambiente ed Energia, Ufficio VIA, piazza Liber Paradisus, 10 - torre A, piano 7 - previo appuntamento telefonico (0512193840 - 0512193174);
- Comune di San Lazzaro di Savena - Piazza Bracci, 1 - 40068 San Lazzaro di Savena (BO).

La documentazione depositata è consultabile sul sito web del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare all’indirizzo:
http://www.va.minambiente.it/it-IT/Oggetti/Info/1651

nonché sul sito web della Regione Emilia Romagna:
http://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/Ricerche/ 

e sul sito web del Comune di Bologna:
http://www.comune.bologna.it/ambiente/servizi/6:6513/38336/

Entro il 13 marzo 2017 ai sensi dell’art. 24 comma 4 del D.Lgs.152/2006 e s.m.i. chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale, presentare in forma scritta proprie osservazioni, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi, indirizzandoli al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; l’invio delle osservazioni può essere effettuato anche mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo: 

- in forma scritta, al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali - Divisione II Sistemi di Valutazione Ambientale, Via Cristoforo Colombo 44, 00147 Roma;
- in forma elettronica, utilizzando la casella di posta elettronica certificata (PEC) DGSalvaguardia.Ambientale@PEC.minambiente.it 
La trasmissione sarà considerata certificata, ai sensi delle norme vigenti, solo se proveniente da una casella di posta elettronica certificata.