Papa Francesco a Bologna. Le modifiche di viabilità nel centro storico e nella zona stadio

26 Settembre 2017

Le modifiche di viabilità nel centro storico e nella zona stadio

Queste le modifiche di viabilità nel centro storico e nella zona stadio previste dall'ordinanza comunale:

Domenica 1 ottobre dalle 9 alle 21 è istituito il divieto di transito veicolare (compresi motocicli e ciclomotori) nel centro storico all'interno del perimetro costituito dalle seguenti strade: viale Filopanti, viale Ercolani, viale Carducci, viale Gozzadini, viale Panzacchi, viale Aldini, viale Pepoli, viale Vicini, viale Silvani, via Calori, via del Rondone, via Azzo Gardino (da via del Rondone a via delle Lame), via Menarini, viale Pietramellara, viale Masini, viale Berti Pichat. Queste strade che delimitano il perimetro sono escluse dal divieto di transito. In Piazza di Porta San Donato, all'intersezione con viale Berti Pichat, nella sola direzione di via Irnerio, saranno posati dei new jersey in plastica. In centro inoltre rimarranno validi i T Days con i relativi consueti provvedimenti. 

Sempre domenica 1 ottobre alle 9 alle 21 è istituito il divieto di transito veicolare (compresi motocicli e ciclomotori) all'interno del perimetro costituito dalle seguenti strade: via Saragozza (da viale Pepoli a via Porrettana), viale Pepoli, viale Vicini, via Saffi, via Emilia Ponente, viale Pertini, rotonda Romagnoli, via Saragat, rotonda Malaguti, via Simone dei Crocifissi, via Don Sturzo, via Porrettana. Fanno parte del divieto di transito anche tutte le seguenti vie laterali: via del Meloncello, via Dotti, via Felice Battaglia, via Orsoni, via Corsica, via Tullio Levi Civita, via Volterra, via Malta, via Bellinzona, via Valle di Preda, via Belluzzi, via Albergati, viale Risorgimento, via Anna Frank, via Borselli, via Ognibene, via Lippo di Dalmasio, via Fontana, via Cesi, via Castinelli. 
Sono invece escluse dal divieto di transito veicolare viale Pepoli, viale Vicini, via Saffi, viale Pertini, rotonda Malaguti, via Simone dei Crocifissi, delimitanti il perimetro dell'area vietata al transito. 

Sono autorizzate al transito veicolare nelle aree descritte sopra le seguenti categorie (fatto salvo il divieto di accesso ai non autorizzati nella ZTL, zona a traffico limitato): veicoli di emergenza; veicoli di Sicurezza Pubblica; veicoli adibiti al soccorso stradale; taxi ed Ncc; autobus di linea nei soli percorsi autorizzati; Navette Tper nei soli percorsi autorizzati; veicoli provvisti di contrassegno “H” handicap; velocipedi; veicoli in servizio pubblico appartenenti ad aziende che effettuano interventi per emergenze; veicoli appartenenti a Istituti di Vigilanza; veicoli utilizzati da operatori di servizio civile che effettuano attività di accompagnamento per ciechi ed invalidi di guerra; veicoli trasporto farmaci urgenti; veicoli adibiti ai servizi igienico ambientali per interventi nell 'area delimitata; pullman accedenti al Parcheggio Ghisello provvisti del contrassegno rilasciato dalla Curia di Bologna; veicoli autorizzati dalla Questura di Bologna; veicoli che espongono contrassegno rilasciato dalla Curia di Bologna. Sono autorizzate inoltre a transitare nelle strade descritte nell'ordinanza le seguenti categorie di veicoli, tenuti a seguire il percorso più breve: veicoli utilizzati dai medici e dai loro sostituti, per visite domiciliari presso residenti dell'area delimitata; veicoli utilizzati dagli assistenti socio-sanitari e operatori medici di prima necessità in servizio di assistenza domestica a persone residenti nell'area delimitata provvisti del titolo di sosta gratuita opportunamente previsto; veicoli di pronto intervento su impianti di riscaldamento e ascensori situati nell'area delimitata; veicoli a servizio di persone soggiornanti presso alberghi e bed/breakfast situati nell'area delimitata esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura di soggiorno; veicoli dei residenti nella zona oggetto del presente provvedimento, per accedere/uscire dalla propria abitazione secondo il tragitto più breve; veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili il cui numero di targa deve essere preventivamente comunicato alla Centrale Operativa della Polizia Municipale; veicoli degli operatori dell'informazione muniti di tesserino di riconoscimento con certificazione del datore di lavoro comprovante la necessità di accedere all'area oggetto del presente provvedimento per motivi strettamente connessi all'esercizio della propria attività professionale; autovetture condivise (car-sharing); veicoli al servizio del recapito/raccolta postale ed assimilati, muniti di attestato dall'Ente o dalla Ditta che esercita il servizio.

Torna alla news principale.