Pantheon della Certosa, iniziati i lavori di restauro

1 Giugno 2015
Sala del Pantheon

Iniziati i lavori di restauro e risanamento conservativo della sala del Pantheon all'interno del cimitero della Certosa di Bologna. Gli interventi si sono resi necessari a seguito del terremoto del maggio 2012. 

La parte maggiormente danneggiata dal sisma è quella storica edificata nel 1800. Le lesioni si presentano nella struttura del porticato di ingresso e all'interno alla sala del Pantheon. Sono in particolare lesioni di distacco tra strutture orizzontali e verticali, lesioni sia nelle strutture portanti verticali, sia di archi e relative volte. 

Gli interventi comporteranno un miglioramento delle condizione di sicurezza preesistenti.

I lavori, per un importo di oltre 160.000 euro, sono previsti nel piano approvato degli investimenti 2015-2017 della Società mista Bologna Servizi Cimiteriali. Questo significa che sono finanziati utilizzando il fondo relativo agli investimenti costituito dalla rinuncia agli utili sia del Comune di Bologna - socio di maggioranza - e della che del Socio privato operativo. 

Il cantiere terminerà a ottobre 2015, in tempo per la festività dei Defunti. 

 

Dettaglio interventi sulle strutture orizzontali:

Si utilizzeranno cordoli d'acciaio da istallare in copertura, connessi tramite barre filettate alla sottostante muratura portante. Il tutto al fine di limitare gli spostamenti relativi dei maschi murari perimetrali. Per quanto riguarda la struttura portante del controsoffitto in arellato e gesso affrescato è previsto il restauro e la riparazione delle strutture lignee ammalorate. Verrà infine posta in opera una passerella metallica per garantire l'accesso in sicurezza al vano sottotetto e permettere di eseguire controlli periodici dello stato di conservazione della struttura del controsoffitto. Per quanto riguarda la struttura portante del chiostro di ingresso si è scelto di realizzare un tirante metallico rimovibile al fine di sgravare il carico dell'orditura principale sul solaio sottostante a cui è vincolato il controsoffitto voltato. Tale intervento permette di sgravare notevolmente le sollecitazioni sul sottostante solaio in conglomerato cementizio. La relativa volta sul chiostro d'ingresso che verrà restaurata nel pieno rispetto della costituzione materica originale. 

Dettaglio interventi sulle strutture verticali: 

Saranno eseguiti specifici restauri per garantire la continuità degli intonaci affrescati nel piano rispetto della costituzione materica originale. Analogo intervento sarà eseguito sulle facciate intonacate in cui l'intonaco ammalorato verrà sostituito con intonaco identico all'originale rispettando integralmente la permeabilità al vapore e il cromatismo originale.