Nuovo regolamento ERP

6 Marzo 2013

Semplificazione, flessibilità e maggiore equità sono i criteri guida che l'Amministrazione comunale ha seguito per la costruzione del nuovo regolamento per l'assegnazione degli alloggi ERP, licenziato dalla Giunta a fine novembre 2012.

L'Amministrazione ha optato per lo snellimento totale delle procedure di raccolta, istruttoria, formazione e gestione della graduatoria (che rimane aperta ad aggiornamento periodico semestrale) e del procedimento di assegnazione.

Grandi novità per la presentazione delle domande, che avverrà online tramite Posta Elettronica Certificata (PEC), con un notevole risparmio di tempo e risorse per utenti e Amministrazione comunale per la gestione dei procedimenti, l'utilizzo degli strumenti e l'archiviazione informatica. Gli utenti che non sono nelle condizioni di presentare la domanda online potranno avvalersi dell'ausilio di Associazioni convenzionate.

La graduatoria viene formata valutando per ogni nucleo l'anzianità della domanda e le condizioni di particolare bisogno sociale, che potranno ora essere anche autocertificate. Chi rifiuta o rinuncia alla proposta di assegnazione viene escluso dalla graduatoria e non può ripresentare domanda per un anno. Snellimento procedurale anche per i controlli: valutazione solo all'assegnazione, compresa la verifica ISEE.

 

L'Amministrazione avrà la possibilità di riservare quote di alloggi a soggetti deboli in particolari situazioni di esclusione sociale, attestate dai servizi, indipendentemente dalla formazione della graduatoria.

Il nuovo documento prevede inoltre che posano essere riservati immobili e/o quote di alloggi per la realizzazione di mix sociali sostenibili, per creare modalità di convivenza di mutuo aiuto tra assegnatari, e risolvere così i possibili problemi che possono sorgere nella relazione quotidiana.

 

Tutte le informazioni sul nuovo regolamento ERP.

 

(Foto con licenza Creative Commons. Fonte Flickr)