Nuove "RITA" sulle corsie preferenziali

30 Maggio 2013

Lunedì 3 giugno entreranno in funzione 6 nuovi varchi di telecontrollo “RITA”, a protezione di corsie preferenziali strategiche, collocate in vari quartieri della città. Per la prima settimana, le telecamere, in fase di test finale, saranno presidiate a scopo informativo dalla Polizia municipale e non sanzioneranno gli accessi non autorizzati, che saranno invece multati a partire da lunedì 10 giugno.

I nuovi varchi sono stati installati nelle corsie riservate già presenti da tempo nelle seguenti strade:

- via Ferrarese, nel tratto tra la rotonda e via Bonvicini,

- via Liberazione, nel tratto tra via Ferrarese e via Stalingrado,

- via Zaccherini Alvisi, nel tratto tra via Zanolini e via Massarenti,

- via Donato Creti, nel tratto tra via Stalingrado e piazza dell’Unità,

- via Mezzofanti, nel tratto tra via Sigonio e via Laura Bassi Veratti,

- via Massarenti, nel tratto tra viale Ercolani e via Bentivogli.

“L’obiettivo è rendere effettivo il rispetto di corsie preferenziali esistenti già da anni – spiega l'assessore alla Mobilità Andrea Colombo – eliminando il traffico privato non autorizzato e di conseguenza migliorando la velocità e regolarità del trasporto pubblico nei quartieri fuori dal centro, per far diventare autobus e filobus sempre più competitivi rispetto all'auto negli spostamenti in città e nell'area metropolitana. E' dunque una misura che va a vantaggio delle decine di migliaia di persone che ogni giorno a Bologna si muovono con il mezzo pubblico e che come gli altri utenti della strada hanno bisogno di raggiungere rapidamente i luoghi di lavoro, studio e tempo libero. Nello stesso tempo, è anche un segno di equità verso tutti quegli automobilisti e motociclisti che già rispettano le regole della mobilità”.

Nelle precedenti esperienze l'installazione delle telecamere ha portato ad una riduzione media, in un giorno feriale, di oltre il 50% di flussi di traffico sulle corsie telecontrollate. In quest'ottica, le nuove telecamere sono state posizionate lungo importanti direttrici percorse dai mezzi del servizio pubblico sia urbano primario (11, 14 e 25) e secondario (35, 36, 38, 61, 68), sia suburbano (88, 89 e 94), sia extraurbano.

Le telecamere "RITA" operano tutti i giorni dell'anno, 24 ore su 24, e rilevano le targhe di tutti i veicoli motorizzati in transito, compresi quelli a due ruote, sanzionando in automatico gli accessi non autorizzati. Rispetto a quelli installati in passato, i nuovi varchi si distinguono per il minor impatto sul paesaggio urbano, nonché per un maggior contenuto tecnologico (non hanno bisogno di spire sull'asfalto).

Al fine di far conoscere adeguatamente l’entrata in funzione dei nuovi varchi è stato implementato uno speciale piano di segnalamento, che va oltre gli standard prescritti dal Codice della Strada, per segnalare la presenza del controllo elettronico degli accessi: sono infatti stati utilizzati cartelli di dimensioni maggiori di quelle previste, ed è stata installata una segnaletica aggiuntiva ad alta evidenza (di colore giallo) indirizzata principalmente ai motoveicoli.