Notte europea dei ricercatori

25 Settembre 2014

Venerdì 26 settembre dalle 16, e fino a notte fonda, la ricerca esce dai laboratori per diventare esperienza, emozione e spettacolo. Grazie alla Notte europea dei ricercatoriin contemporanea in 300 città europee, sarà possibile partecipare ad attività ed eventi per bambini e ragazzi, incontrare i ricercatori per soddisfare le proprie curiosità scientifiche.

"Quella ricchezza che ogni giorno viene sviluppata nei laboratori di ricerca e nelle università, afferma l'assessore alla Scuola Marilena Pillati, grazie ad occasioni come questa, si mette in connessione con la comunità e quello che è patrimonio di alcuni diventa patrimonio di tutti. La fantasia dei giovani, continua l'assessore, è fondamentale per dare nuova linfa e arricchiere il mondo della ricerca".

La “Notte europea dei ricercatori” bolognese sarà animata dai ricercatori di INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), Fondazione Golinelli, Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Sofos, Italia in Miniatura, AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) e ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo).

Dalle 16 alle 20, sotto il Voltone del Podestà in Piazza Re Enzo, i ricercatori proporranno oltre 30 attività nelle quali i giovani partecipanti potranno capire, divertendosi, i segreti della natura. I ragazzi diventeranno scienziati per un giorno giocando con la gravità, i vulcani, i terremoti, la chimica, i coralli, il controllo del traffico, le particelle, le onde e il cibo. Dalle ore 16 alle 23, in Sala Borsa, sarà inoltre attivo un planetario: adulti e bambini si faranno portare in visita guidata nel Cosmo, osserveranno la Terra dallo spazio tra le stelle e i pianeti.

Durante tutta la manifestazione scienziati di diverse discipline saranno a disposizione del pubblico per rispondere a domande sul mondo della scienza: grazie a un vero e proprio speed dating, il pubblico potrà prenotare una chiacchierata a tu per tu con le ricercatrici e i ricercatori e appagare la propria curiosità su spazio, buchi neri, terremoti, tumori, invecchiamento, manoscritti antichi e molto altro.

La serata si chiuderà con una conferenza-spettacolo alle ore 21, presentata da Patrizio Roversi nella piazza coperta di Sala Borsa che affronterà il tema dell’importanza di capire i misteri della scienza per migliorare la vita di tutti i giorni. 

La partecipazione è completamente gratuita. 
https://www.facebook.com/nottericercatoriibologna