Nettuno d'Oro a Martina Grimaldi

7 Maggio 2014

Giovedì 8 maggio, alle 18, nella Sala del Consiglio comunale di Palazzo d'Accursio, il Sindaco di Bologna, Virginio Merola ha conferito il Nettuno d'Oro a Martina Grimaldi. 

L'intervento del sindaco Virginio Merola

L'intervento della campionessa Martina Grimaldi

Di seguito la motivazione del conferimento del Nettuno d'Oro alla campionessa olimpica, letta nel corso della cerimonia dall'assessore allo Sport Luca Rizzo Nervo.

"Martina Grimaldi nasce il 28 settembre 1988 a Bologna, dove vive nel quartiere Bolognina.
Fin da piccola  pratica l'attività natatoria nelle piscine bolognesi, in particolare nella  piscina Vandelli  all’Arcoveggio, dimostrando una  spiccata predisposizione per il nuoto, e acquisendo nel tempo una ammirevole capacità di cimentarsi  nelle lunghe distanze.
Si è specializzata nel nuoto di fondo con  passione, perseveranza e umiltà, doti che l'hanno portata a  raggiungere  crescenti  successi.
E' in forza al Circolo Nuoto UISP di Bologna e, dal 2010, al gruppo Sportivo  Fiamme Oro, della Polizia di Stato;  continua ad allenarsi nelle piscine bolognesi, in particolare allo Sterlino, nella vasca da 50 metri,  seguita da Fabio Cuzzani.

Dal 2005 partecipa ai campionati italiani nelle varie edizioni estive, invernali e primaverili, conquistando  6 titoli individuali  nei 5, 10 e 25 km di fondo.
La sua carriera a livello internazionale inizia nel 2005  con la partecipazione ai Campionati Europei giovanili di Bled, dove arriva quinta nei 5 km;  nel 2006 ai Campionati Europei  a Budapest, si piazza al sesto posto nella gara dei 5 km e partecipa  anche ai Mondiali in acque libere di Napoli, classificandosi ottava nei 5 km.
Nel 2007 ai Mondiali di Melbourne, giunge sesta sempre nella gara dei 5 km.
Dal 2008  comincia a praticare  le gare sui 10 Km,  conquista la sua prima  medaglia internazionale con l'argento nei 10 km agli Europei di Dubrovnik e giunge quarta  nella gara dei 25 Km.
Ai Giochi Olimpici di Pechino 2008 si piazza al decimo posto nella 10 Km individuale; nel 2009 ai Mondiali di Roma si aggiudica  la prima medaglia mondiale, il bronzo  nei 10 km,  ed è settima nei 25 km.
Nel 2010 vince la prima medaglia d'oro ai Mondiali di Roberval (Canada), nei 10 km, ed il bronzo  nei 25 km a gli europei di Budapest
Nel 2011 partecipa al Campionato del Mondo a Shangai, dove conquista la medaglia d'argento  nella 10 km, e si classifica  quinta nella 25 km; nello stesso anno vince l'oro  nei 10 km  agli Europei  di Eilat, e vince  la  preolimpica  a Londra.

La stagione agonistica  2011-2012 la vede conquistare il bronzo  ai Giochi Olimpici di Londra nei 10 km (unica atleta italiana del mondo natatorio a medaglia); poi conquista un oro nei 10 km ed un bronzo nei 25 km agli Europei di Piombino, un oro e un bronzo ai Gran prix di Fondo di Santos e Cancun, due ori , sempre sui 10 km, ai Campionati Italiani assoluti di fondo,  e due argenti  sui 5 km .
Vince anche  la medaglia d'oro 1.500 SL italiani assoluti primaverili
Nel luglio 2013 è vince l'oro sui 25 km ai Mondiali di Barcellona, e partecipa anche alle gare sui 5 e i 10 km.
Nella maratona  gran fondo  Capri-Napoli, si impone con un tempo di 6.31.23, migliorando di quasi mezz'ora il precedente primato che resisteva dal 2003.
E' campionessa italiana assoluta di fondo sulle distanze dei 5, 10 e 25 km.

Per i suoi trionfi  è stata insignita dell'onorificenza del Collare d'oro al merito Sportivo, del Premio "Sport Leader" e del Len Award come miglior atleta europea dell'anno per il fondo femminile.
Bologna è fiera ed onorata di aver dato i natali e la possibilità di  sviluppare il proprio talento sportivo a questa grande atleta, che onora l'Italia e la nostra Città con i suoi successi internazionali, con la sua simpatia ed umanità.
Con l'auspicio di conseguire sempre nuovi e prestigiosi traguardi, a Martina Grimaldi che continua a vivere e ad allenarsi a Bologna ed a condividere i suoi successi con i concittadini, va il sentito ringraziamento dell'intera Città per l'esempio e  l'incoraggiamento  fornito a tanti  giovani a cimentarsi  nella pratica sportiva".