Mobilità sostenibile, a Bologna 30.000 alunni viaggiano gratis sui bus

28 Luglio 2016

Sono 30.000 i bambini e i ragazzi bolognesi che il prossimo anno scolastico viaggeranno gratis sui bus. La Giunta, nella riunione di martedì, ha approvato l'agevolazione che consentirà a tutti i bambini nati dal 2003 al 2012 di ricevere a casa gratuitamente l'abbonamento personale al trasporto pubblico: si estende agli alunni delle scuole secondarie di primo grado l'agevolazione già prevista da cinque anni per gli scolari delle primarie.

All'egvolazione hanno diritto tutti gli studenti delle scuole medie, anche quelli nati prima del 2003 o che si iscrivono in corso d'anno. Per questi ultimi è stata definita una particolare procedura semplificata per la richiesta

L'Amministrazione comunale dà così seguito a quanto stabilito con un orientamento di Giunta nella prima riunione del 29 giugno, in coerenza con il programma elettorale del Sindaco Virginio Merola.

“Questa importante iniziativa ha un duplice significato, innanzitutto la promozione della mobilità sostenibile tra i giovani cittadini, in un'ottica di educazione a sani stili di vita – spiega il Sindaco – in secondo luogo il sostegno concreto alle famiglie bolognesi in questo momento di crisi economica, quelle interessate dall'iniziativa sono complessivamente 18.600, consentendo loro un risparmio annuo di 220 euro per ogni figlio che frequenta le scuole medie”.

L'Amministrazione comunale, con un investimento di circa 800.000 euro per il 2016, amplia dunque la misura già adottata per gli alunni delle elementari anche a chi frequenta le medie. Tale investimento è possibile grazie alla buona gestione del bilancio comunale e all'avanzo di amministrazione generato.

L'abbonamento gratuito arriverà direttamente a casa, accompagnato da una lettera del primo cittadino alle famiglie.

Una scelta politica diventa quindi immediatamente realtà, nel solco di una tradizione che ha sempre visto Bologna all'avanguardia nel coniugare le strategie di mobilità urbana con le esigenze delle famiglie.