Meeting Città Creative UNESCO

14 Settembre 2013

Le città creative riconosciute dall'UNESCO si riuniscono per la prima volta a Bologna. Dal 18 al 21 settembre la nostra città ospiterà il Meeting annuale del Network delle Città Creative UNESCO e offrirà un programma di eventi e incontri. 

Il Network delle Città Creative è stato promosso dall’UNESCO nel 2004 con l'obiettivo di creare un legame tra città che hanno la creatività culturale come elemento essenziale per la propria identità. Le città che entrano a far parte della rete sono riconosciute come 'hub' creativi  in grado di veicolare lo sviluppo culturale e socio-economico in tutto il mondo attraverso un sistema fatto di imprese e operatori culturali. 

A oggi le Città Creative riconosciute dall'UNESCO sono 34 città di cui 14 europee, 11 asiatiche, 3 nordamericane, 3 sudamericane, 2 australiane e 1 africana. Bologna è l'unica rappresentante italiana.

Questo appuntamento rappresenta una grande opportunità internazionale per la nostra città che aprirà i lavori nella sala Stabat Mater dell'Archiginnasio, dove si discuteranno le future azioni da intraprendere e i progetti comuni. 

I partecipanti potranno inoltre conoscere il territorio attraverso incontri con operatori e imprese locali, 'study visits' ai luoghi di riferimento per ogni settore disciplinare, opportunità di networking ed eventi culturali. Le visite studio annoverano eccellenze come la Ducati, il museo del gelato di Carpigiani,  il Museo Internazionale della Musica e l'Oratorio di San Colombano, e la Cineteca.

Da segnalare nel programma delle iniziative con cui Bologna accoglierà i suoi ospiti internazionali il concerto di Cristina Zavalloni all'Auditorium UNIPOL, l'incontro con i partecipanti alla cerimonia della firma della Magna  Charta, in occasione della conferenza di Umberto Eco.

Quattro gli importanti eventi cittadini:

Mercoledì 18 settembre alle 17.30 e giovedì 19 settembre alle 15, 17 e 19, nel Cortile d’Onore di Palazzo d’Accursio, in piazza Maggiore 6, la performance City Soundloops del trombettista belga Bart Maris, omaggio a Bologna della città della Musica di Ghent.

Sabato 21 settembre, alle 21 all'Oratorio San Filippo Neri, via Manzoni 5, l’Accademia degli Astrusi diretta da Federico Ferri propone un concerto nel quale la musica di Giovanni Battista Martini viene messa a confronto con quella di suoi illustri contemporanei europei. 

Sabato 21 settembre, dalle 17 alle 23.30, in via Orefici, piazza Santo Stefano e altri luoghi del centro storico si terrà la terza edizione de "La Strada del Jazz": concerto serale in Piazza Santo Stefano e altre esibizioni dal vivo nel cuore della città.

Sabato 21 settembre nel Salone delle Feste dell’Hotel I Portici di via Indipendenza 69, dalle 11.30 è in programma Makers in the creative city, un workshop dedicato all’intero settore culturale e creativo con la partecipazione di illustri ospiti di rilevanza internazionale come Luca De Biase, direttore di Nòva, Valentina Montalto di KEA European Affairs, Massimo Bottura, Chef a L’Osteria Francescana, ristorante al terzo posto nelle classifiche mondiali, e Benedetto Vigna, vicepresidente di STMicroelectronics.

 

Il programma della settimana UNESCO a Bologna.

 

(Foto home page. Fonte Flickr)

(Foto news. Fonte Flickr)

Documenti scaricabili: