Manifattura delle Arti, una nuova area pedonale in via Azzo Gardino

18 Dicembre 2013

Sedute, alberi, fioriere e pannelli espositivi nel cuore del centro storico di Bologna, in uno dei poli culturali più estesi d’Europa: la Manifattura delle Arti, con i suoi quasi 100.000 metri quadri.

"Sono molto lieto di poter presentare questo ulteriore intervento di ampliamento delle aree pedonali dopo aver annunciato quello sotto le Due Torri - afferma l'assessore alla Mobilità Andrea Colombo - entrambi azioni di riqualificazione dello spazio pubblico di importanza strategica per le politiche di nuova pedonalità". 

La valorizzazione dell'area parte da due interventi che riguardano l'accessibilità: il primo, condiviso con le istituzioni che affacciano sul luogo e già finanziato, prevede la creazione di un’area pedonale in via Azzo Gardino con nuovi arredi e sedute che ne consentano una migliore fruizione; il secondo progetto, ancora allo studio, riguarderà la sistemazione di Largo Caduti del Lavoro per costruire un percorso pedonale continuo tra via Marconi e via Azzo Gardino, che funga da porta di accesso per tutta l’area della Manifattura delle Arti.

La via Azzo Gardino, nel tratto da via Menarini a via del Rondone, sarà chiusa al traffico e il lato su cui si trovano gli ingressi della Cineteca, del giardino Klemlen e dell'asilo sarà occupata da diverse sedute in pietra naturale/artificiale e da alcune fioriere.

Davanti all’ingresso della Cineteca verranno disposte delle sedute di forma geometrica diversa, realizzate in pietra naturale o artificiale. Alcune sedute avranno come schienale un pannello in cor-ten che fungerà anche da supporto per pannelli esplicativi. Nel restante tratto di via Azzo Gardino verranno posizionate delle fioriere in cor-ten provviste di sedute sempre in pietra. La recinzione del parcheggio sarà costituita da una base in mattoni faccia a vista alta 30 cm e da una cancellata metallica che ospiterà pannelli rettangolari in lamiera forata gestiti dalla Cineteca per esporre materiale informativo o realizzare mostre visibili a tutti. All'interno del parcheggio saranno piantati nuovi alberi e sarà riqualificata la pavimentazione. La creazione del percorso pedonale in via Azzo Gardino avviene dal lato di via Menarini con una sbarra automatizzata, mentre prima dell’incrocio con via del Rondone verranno posizionati quattro fittoni di tipo “bologna”.

L'avvio dei lavori  è previsto entro l'estate.