M-u-s-i-c-A

2 Maggio 2013

La musica illumina il tempo, la musica interpreta il tempo, con tutte le sue variazioni e le sue essenze ci mostra come si muove il suono e i sentimenti che contiene.

AngelicA propone una visione d'insieme. 

Un Festival Internazionale di Musica ha il dovere di diffondere ciò che accade a più livelli, la formula di un Festival deve contenere una ragione sociale: un motivo di trasformazione, di evoluzione.

La tendenza di AngelicA è quella di mettere insieme mondi ancora troppo distanti fra loro cercando di convergere verso qualcosa che si chiama ricerca musicale.

Si evidenzia la distanza tra ieri e oggi con uno sguardo che mostra un po’ di futuro.

AngelicA compie 23 anni nel 2013.

Il classico Momento Maggiodel Festival si svolgerà in diversi luoghi di Bologna, oltre a Lugo e Modena, secondo un percorso che continua il viaggio di stimolazione e di apertura in relazione anche agli spazi e ai contesti della musica, alle abitudini dell’ascolto e della fruizione.

AngelicA 23 presenta un insieme variegato di concerti con una particolare attenzione al carattere spirituale, e riflessivo, esteso alle forme musicali più avanzate.

Il tempo trasforma: le nostre opere non possono essere interamente comprese nella loro epoca, esse cambiano e acquistano altro senso. Se queste opere vengono accolte in contesti diversi e lontani (dal loro concepimento) possiamo amplificare qualcosa che altrimenti resterebbe in ombra. 

La musica regala trasparenza al tempo.

 

Massimo Simonini, 

direttore artistico AngelicA

 

Il programma