“L'arte con lo sguardo all'insù”, fino al 13 ottobre in Salaborsa la mostra che racconta volte, cupole e soffitti

27 Settembre 2018

Fino al 13 ottobre nella piazza coperta di Salaborsa si potrà visitare la mostra fotografica “L'arte con lo sguardo all'insù”, curata dall' associazione Culturale e APS, nell'ambito del progetto volte cupole soffitti, un  che ha l’ambizione di far conoscere ad un pubblico vasto le opere che adornano appunto le volte, le cupole e i soffitti dei nostri palazzo e monumenti più belli, rendendo più accessibile,  grazie al mezzo fotografico e alla versatilità delle nuove tecnologie, quello che da secoli è sopra i nostri occhi. Un suggestivo museo virtuale tematico ricco di immagini informazioni e curiosità su questo aspetto dell’arte così importante e poco noto.

Quante volte ci siamo soffermati ad ammirare in un palazzo storico, una basilica, una villa, le opere meravigliose che adornano le pareti. Opere d’arte che il mondo intero ci invidia e che raccontano la nostra storia, le nostre origini e disegnano quello stile che ha fatto dell’Italia la capitale mondiale dell’arte. Spesso qualcosa sfugge al nostro sguardo, forse perché non è sul nostro abituale orizzonte, esce dal nostro campo visivo, lontano e scomodo da vedere, eppure vi si cela la massima espressione dell’arte e dell’architettura. Sono le volte, le cupole, i soffitti che racchiudono segreti di valore incomparabile. Affreschi, mosaici, sculture e stucchi che rischiano di passare inosservati, perché lontani, dal punto di vista dal quale normalmente guardiamo le cose”. L’esposizione nasce dall’idea, originale, di Giuseppe Porisini, di conoscere le bellezze artistiche e territoriali, studiando, fotografando e sviluppando la conoscenza di soffitti e cupole affrescate di palazzi storici e chiese ma anche di particolari design e soluzioni architettoniche che diventano anch’essi opera d’arte motu proprio.

Voltecupolesoffitti.it  rappresenta un sistema integrato focalizzato e dedicato alle realtà che operano in modo diretto e indiretto nell’ambito della conservazione, valorizzazione e fruizione dei beni culturali. Tali realtà sono legate ad un’idea di sviluppo sostenibile che attraverso l’utilizzo di tecnologie avanzate, rendono il progetto stesso del tutto innovativo. Fruibilità del territorio che, nel suo complesso, è inteso come percorso “all’aperto” piuttosto che “chiuso” tra le mura di un museo. Un’iniziativa che parte da un suggestivo museo virtuale tematico fino ad arrivare a mostre, eventi, laboratori per il recupero e la valorizzazione della cultura popolare e delle tradizioni, pubblicazioni editoriali, pagine social e Web,caratterizzate da informazioni e curiosità su questo aspetto dell’arte così importante e poco noto.

Legati alla mostra un ricco cartellone di eventi: installazioni frutto di laboratori interculturali, visite guidate, concerti, Event Food.  Appuntamento in sala borsa il 28 settembre, l'8 ottobre e il 12 ottobre alle 17.30 per le visite guidata; il 3 ottobre alle 17.30 per il seminario "la fotografia dei soffitti; l'8 ottobre per l'istallazione performativa a cura di Fassbinder”s Wives e sempre il 12 per il concerto di piano di Cosimo Nocenzi. 

 

Documenti scaricabili: