La grande festa delle lettere celebrerà Francesco Griffo da Bologna, il creatore del carattere corsivo.

17 Dicembre 2014

"Usiamo i caratteri per scrivere le storie, ma non pensiamo che i caratteri hanno una storia. La Festa delle lettere restituirà importanza a questa storia e al ruolo di Bologna nella storia della comunicazione", con queste parole Roberto Grandi sintetizza il progetto che nasce per ricordare Francesco Griffo da Bologna (Bologna 1450 circa - 1518) l'artista artigiano che ha inventato il carattere corsivo e i tondi utilizzati per la stampa dei libri che sono ancora oggi modello di riferimento per il disegno dei caratteri occidentali. 

Il progetto si svilupperà per quattro anni, affiancando la ricerca attorno alla figura di Griffo - solo nel '900 identificato come il Francesco da Bologna che ha fissato i caratteri di opere fondamentali come, tra le prime nel 1495, il De Aetna di Pietro Bembo - alla narrazione della sua biografia in vari format, dal fumetto alla miniserie tv, a cura di Bottega Finzioni.  Proprio dalla digitalizzazione integrale delle edizioni di Francesco Griffo parte il contributo al progetto, nell'ambito di Archiweb - Biblioteca digitale dell’Archiginnasio, della Biblioteca che possiede la collezione più ampia delle opere stampate in proprio a Bologna dallo stampatore, che si ristabilì in città per avviarvi, nel 1516, una azienda che produsse numerosi best sellers, grazie al formato ridotto e alla riduzione di spazio che il carattere corsivo consentiva.

A breve le opere saranno online full text, messe a disposizione come veri e propri e-book per il pubblico, principalmente remoto ma non solo, ricercabili e consultabili a partire dai cataloghi elettronici, dal sito della biblioteca, dai metaopac internazionali, ma anche da Google. Dal sito web dell’Archiginnasio sarà possibile vedere contemporaneamente e confrontare le diverse copie delle edizioni conservate, avere informazioni sulle provenienze e i possessori precedenti, consultare i più importanti studi su Griffo pubblicati fra Otto e Novecento, anch’essi digitalizzati in questa occasione.

Al centro dell'intero progetto sarà il sito realizzato dall'associazione Francesco Griffo da Bologna, una piattaforma in costruzione per arrivare nel 2018, nel 500 esimo anniversario della morte di Griffo, avvenuta sempre a Bologna, alla celebrazione di Griffo con La grande festa delle lettere, per restituire a Bologna questa figura che, già 400 anni prima di Guglielmo Marconi, le ha assegnato un ruolo storico nel democratizzare la comunicazione.